Torna lentamente alla normalità la situazione a Rino di Sonico, dopo che nella notte 300 persone sono state fatte evacuare a causa di un allarme segnalato dai sistemi di sorveglianza del torrente Re.

 

Il sopralluogo dei geologi, dei tecnici del Comune e di Gian Battista Pasquini, sindaco del paese, ha confermato che tutto è sotto controllo. L’allarme è scattato domenica sera, quando un violento temporale ha causato il distacco di alcuni sassi in una vallata laterale al canale del Re, sufficiente a far scattare il sistema di monitoraggio installato proprio per prevenire episodi come quello del luglio di sei anni fa.

Dopo l’evacuazione degli abitanti della frazione, con le prime luci dell’alba i Vigili del Fuoco volontari di Edolo, con quelli di Darfo e Pontedilegno, hanno valutato la situazione, trovando le condizioni per poter far rientrare le famiglie nelle loro case. Nessun disagio alla viabilità: dopo una chiusura di qualche ora, anche la Statale 42 è stata riaperta al traffico.

[Foto da Giornale Di Brescia]

Share This