Fondazione della Comunità Bresciana conferma la propria presenza al fianco dei territori bresciani e delle realtà che in essi operano per lo sviluppo di specifiche necessità. L’anno 2023 vede confermati i bandi dedicati alle tre valli bresciane Vallecamonica, Trompia-Gobbia e Sabbia e il Bando Ambito 9 Bassa Bresciana Centrale. I bandi territoriali si basano come sempre sulla diretta partecipazione del territorio di riferimento al cofinanziamento delle risorse, le quali vengono poi raddoppiate da parte della Fondazione. Relativamente alle Valli, quattro sono gli ambiti di utilità sociale nei quali i progetti presentati dovranno muoversi: sociale e sociosanitario; tutela e valorizzazione del patrimonio artistico, storico ed ambientale; cultura ed istruzione. Possono presentare domanda i soggetti che operano ed abbiano sede operativa nel territorio di riferimento dello specifico bando e che non perseguono finalità di lucro.

Giunto alla sua diciassettesima edizione, il bando dedicato alla Vallecamonica può contare su un budget di 110.000 euro, messo a disposizione da Fondazione della Comunità Bresciana attraverso le erogazioni territoriali di provenienza Fondazione Cariplo e da: Comunità Montana di Valle Camonica, Fondazione Tassara, Fondazione Camunitas, Pac Spa, Sol.Co. Camunia Coop. Soc. Onlus, Finanziaria di Valle Camonica Spa, Rotary Club Lovere Iseo Breno e BPER Banca.

I richiedenti dovranno proporre un progetto analiticamente ed esaustivamente strutturato, il cui costo complessivo ammonti a non più di 25mila euro iva compresa. Il contributo da parte della Fondazione per ogni singolo progetto non potrà essere superiore a 10mila euro per i bandi dedicati alle Valli e a 8mila euro per il Bando Ambito 9. Il contributo di Fondazione non potrà coprire più del 50% dei costi complessivi del progetto. I progetti per i quali le organizzazioni intendono chiedere un contributo devono inderogabilmente pervenire presso la Fondazione tramite l’area riservata dal sito fondazionebresciana.org – entro giovedì 30 novembre 2023, ore 12.30. Entro mercoledì 10 gennaio 2024 verranno resi noti i progetti preselezionati.

Infatti tutti i bandi sono a raccolta a patrimonio e richiedono quindi la partecipazione diretta delle organizzazioni proponenti che, una volta preselezionate, dovranno raccogliere donazioni che attestino il concreto coinvolgimento della comunità locale nell’attività filantropica. Le percentuali di donazione sono specificate nel regolamento. Le donazioni sono necessarie affinché le organizzazioni siano definitivamente ammesse tra gli assegnatari di contributo. Il termine ultimo per la raccolta delle donazioni, secondo le differenti percentuali segnalate nei regolamenti, è fissato per il 15 marzo, due settimane dopo verranno rese note le organizzazioni che hanno conseguito l’obiettivo della raccolta delle donazioni, indispensabile per poter beneficiare del contributo.

Share This