L’anno nuovo inizia con quella che è ormai una fastidiosa tradizione, sulla Statale 42 del Tonale: con il rientro di massa di numerose persone nelle loro case dopo le vacanze di Capodanno, la giornata di domenica è stata all’insegna del traffico e delle lunghissime code in Alta Valle.

Da Pontedilegno ad Edolo si sono registrati tempi di percorrenza anche superiori all’ora, con incolonnamenti prima di Vezza d’Oglio e da Incudine ad Edolo, così come a Sonico; una situazione che ha interessato anche le strade più a Sud, con colonne nell’area di Piamborno e di Darfo Boario Terme.

Code lunghe anche, stando a quanto scrive la Gazzetta delle Valli, più di dieci chilometri: un disagio per i turisti che dovevano fare rientro a casa, ma anche per gli stessi residenti, di fronte ad evidenti difficoltà di spostamento.

La situazione non solo è ben nota, ma si ripete puntualmente in occasione di ponti e festività che vedono turisti e proprietari di seconde case salire in Alta Valle: tanto si è discusso in questi anni per trovare una soluzione, ma poco è stato messo in pratica.

Si spera che l’attesa variante alla Statale 42 possa risolvere il problema: il progetto prevede di bypassare il centro storico di Edolo e la sua galleria austroungarica, con un tratto da 1,8 chilometri ed un costo di 86 milioni di euro, di cui gran parte già finanziati dal Governo.

Share This