Si è svolta domenica la 23esima Traversata del Sebino. Per l’ottava volta Arnaldo Bonfadini, iseano, ha vinto, nuotando da Predore fino ad Iseo in 36 minuti e 17 secondi, migliorando il tempo dell’ultima competizione, quella del 2019, quando aveva impiegato quattro secondi in più. Bonfadini, 29 anni, è alla sua 13esima traversata.

Dopo di lui altri due bresciani: Elia Poli (36 minuti e 34 secondi) e Mattia Rossi (37 minuti e un secondo). Foto Eco di Bergamo

La prima donna in assoluto a tagliare il traguardo (ottava nella classifica generale) è stata Claudia Previtali, 18 anni, di Endine Gaiano, nuotatrice della Gam Team di Lovere: 39 minuti e 11 secondi, non male per essere alla sua prima traversata del Sebino.

Veterano del nuoto e concorrente più anziano era Virgilio Perletti, 70 anni, di Grumello del Monte, di casa a Palazzolo, che ha raggiunto Iseo dopo un’ora e 39 minuti.

La sfida ha sempre grande seguito ma per rispettare alla lettera le disposizioni anti-Covid gli organizzatori – l’associazione Iseofidati, in collaborazione con la Società operaia di mutuo soccorso di Iseo, i sommozzatori e gli alpini iseani, così come l’Opsa, la Guardia costiera ausiliaria e la Protezione civile della Comunità montana – hanno dovuto fissare il tetto massimo a 267 atleti, respingendo oltre un centinaio di iscrizioni.

Share This