La riduzione estiva dei viaggi sulle tratte di Trenord nel mirino di Dario Balotta di Liberi e Uguali Lombardia.

In una nota diffusa alla stampa l’esponente ha criticato il piano di soppressioni previsto per il mese di agosto. In particolare in merito alla decisione di cancellare, da domenica 5 a domenica 26 agosto, 474 treni giornalieri: “più o meno il 20% dei 2.200 in servizio ogni giorno in Lombardia, in pratica per tutto il mese un treno su cinque non partirà” fa notare Balotta.

Il taglio interesserà in modo diverso una trentina di tratte lombarde, a discapito di lavoratori pendolari e turisti. A soffrirne di più, tra le linee in partenza e in arrivo allo scalo cittadino, sarà la Brescia-Iseo-Edolo. La tratta camuno-sebina vedrà la soppressione di 18 corse al giorno.

Una scelta che va in “controtendenza rispetto alla volontà, a parole, di promuovere il turismo grazie ad un servizio pubblico efficiente ed un trasporto meno inquinante”, sottolinea Balotta, che suggerisce che per controbilanciare i tagli alle corse Trenord dovrebbe almeno applicare una riduzione del 20% delle tariffe degli abbonamenti estivi.

Immediata la risposta dell’ufficio stampa della società di trasporti: “La riduzione del servizio, concordata con Regione Lombardia e condivisa con i Tavoli di Quadrante durerà tre settimane e sarà proporzionata alla flessione dell’utenza che solitamente si registra in questo periodo”.

Share This