Sono state circa un centinaio le vetture controllate nel fine settimana dai Carabinieri nei territori di Darfo Boario Terme ed Angolo Terme.

 

Controlli che hanno portato anche all’arresto di due uomini, di origine albanese ed entrambi censurati: uno, di 39 anni, rappresentante e residente a Piancogno e l’altro di 36 anni, carpentiere residente ad Angolo Terme. I due erano finiti nel mirino dei militi dopo alcuni sospetti sul legame tra i due ed un giro di spaccio di droga in città.

Così, quando il 39enne si è recato in auto dal 36enne, i Carabinieri li hanno fermati: nel veicolo sono state rinvenute trenta dosi di cocaina e 500 euro in contanti. All’interno delle loro abitazioni, invece, sono stati trovati 5mila euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Portati a Breno, dove hanno passato la notte nella camera di sicurezza della caserma, sono poi comparsi davanti al Giudice del Tribunale di Brescia, che ha convalidato gli arresti domiciliari per il 39enne, mentre il 36enne è stato sottoposto all’obbligo di firma.

Share This