E’ un uomo di 59 anni, originario del Milanese ma da tempo residente in Provincia di Bergamo, l’escursionista trovato morto martedì pomeriggio da alcune persone a 2.180 metri di quota, nei presso del lago Seroti Inferiore, suggestivo specchio d’acqua nel territorio di Vezza d’Oglio.

Hanno lavorato fino a tardi, gli uomini del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Edolo, per risolvere il giallo: la scoperta del corpo è stata fatta da una comitiva di escursionisti, alle ore 17:00. L’eliambulanza dal Civile di Brescia ed i soccorritori giunti in alta quota (tra cui anche gli uomini del Soccorso Alpino di Temù), però, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo e ricondurne la salma a valle.

Solo a tarda ora è stato dato un nome alla vittima ed avvertiti i familiari: con ogni probabilità l’uomo, escursionista, era di ritorno da un’escursione in solitaria quando ha avuto un malore. Solo ulteriori accertamenti potranno stabilire con esattezza cosa sia successo.

Share This