Sono state vacanze di Natale dai numeri record per i comprensori sciistici dell’intera Vallecamonica.

Non più solo Pontedilegno-Tonale, che la fa sempre da padrone con i suoi 100km di piste, ma anche i comprensori più piccoli. Che negli scorsi anni hanno vissuto la crisi dovuta soprattutto alle nevicate scarse (o nulle), ma anche all’assenza di una vera promozione. Quest’anno, e siamo solo all’inizio, possono esultare anche gli operatori di Borno, Montecampione e Val Palot.

Si attendono dati definitivi in chiusura alle vacanze natalizie, ma i risultati degli ultimi 10 giorni sono specchio di un rilancio complessivo del comparto: Montecampione si è attestato attorno quota 28 mila ingressi, Borno ha superato i 20 mila.

Bene la Val Palot, dove le precipitazioni hanno permesso di aprire due piste. Oltre al buon afflusso di turisti, dalla stazione pisognese sottolineano l’aumento degli iscritti ai corsi organizzati sulle piste e sul campo scuola, con tantissimi sci club bresciani e bergamaschi. Ospitati anche due giorni di gare internazionali, che hanno portato in quota turisti da tutta Europa. Il comprensorio sarà anche quest’anno sede di allenamento di molte squadre nazionali, a partire da quella italiana. Da questa settimana tutti i giovedì e i martedì si scierà anche in notturna, con piste aperte fino alle 22.

Anche Montecampione è tornato ad essere una meta privilegiata per gli sciatori, per la soddisfazione della Società Montecampione Ski Area, che gestisce gli impianti di risalita. Per la prima volta dopo anni si è riusciti ad attivare l’intera rete di 30 chilometri di piste, il che rafforza gli ambiziosi obiettivi del piano di rilancio del comprensorio.

Bene Borno Ski Area, che, dopo aver registrato grandi numeri sulle piste da sci, punta anche sullo skialp: dalle 17 alle 22, nelle serate di lunedì e giovedì, si potranno risalire le piste, e in vetta gli appassionati potranno rifocillarsi al rifugio Monte Altissimo.

Il comprensorio Ponte Di Legno-Tonale da parte sua avrebbe registrato sui 140 mila ingressi segnando +18% rispetto allo stesso periodo.

Share This