Bar e ristoranti aperti fino alle ore 22:00 con servizio al tavolo solo all’aperto, studenti delle superiori in classe (con percentuali in presenza di almeno il 70% e fino al 100%), spostamenti tra Regioni: da oggi queste nuove regole per le zone gialle entrano effettivamente in vigore.

Da più parti istituzionali non manca però la raccomandazione affinché i contagi non tornino a salire e si debba rientrare in fasce con maggiori restrizioni. Intanto, ieri, ultima domenica di zona arancione in Lombardia, la gente non ha mancato di uscire di casa, complice il bel tempo e le temperature in salita.

A Milano i parchi sono stati presi d’assalto, così come a Brescia le vie del centro sono tornate ad essere molto popolate. Numerose le persone anche sul lago d’Iseo, che hanno deciso di fare una passeggiata sul lungo lago, sedersi sulle panchine o semplicemente uscire per un gelato o un aperitivo d’asporto, tutto però nel rispetto delle regole e sotto l’occhio attento delle Forze dell’ordine, pronte a segnalare eventuali assembramenti.

Anche in alta Valle si è svolto tutto nella norma: la gran parte delle persone ha preferito percorrere i sentieri montani, lasciando il centro di Pontedilegno abbastanza libero ma comunque frequentato. Non sono mancati gli scialpinisti, che hanno raggiunto il Pian di Neve e l’Adamello.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This