Che la diffusione del Coronavirus stia rallentando anche in Vallecamonica, forse, è presto per dirlo. Di certo c’è che dopo i 35 nuovi casi sia martedì che mercoledì, l’Ats della Montagna ha rilevato, per la giornata di giovedì, diciannove nuovi casi di contagio da Covid-19, uno dei numeri più bassi delle ultime settimane.

Va però purtroppo anche segnalato che aumenta il numero delle vittime causate dalla pandemia: l’azienda riporta altri tre decessi, che fanno salire il bilancio a 288 persone morte a causa del Covid-19 in Vallecamonica. Cinquantaquattro, invece, i nuovi guariti.

Lieve calo anche nella Provincia di Brescia, dove giovedì sono stati riportati 352 nuovi casi contro i 367 di ventiquattr’ore prima. Una situazione che continua a richiedere estrema prudenza, anche alla luce del rientro in classe degli studenti dalla seconda media in su a partire da lunedì scorso. Ed a proposito di scuola, a Breno e Darfo due classi sono già dovute tornare alla Dad a causa della positività di due alunni, mentre a Lovere sono ben sei le classi elementari dell’Istituto Comprensivo ad essere state isolate: per loro, quarantena e tampone prima di rientrare in classe.

Share This