Il sogno di un ponte sospeso che colleghi le comunità di Paspardo e Cimbergo non si è affatto sopito. In queste settimane si sta lavorando infatti allo studio di fattibilità di un’opera che andrebbe ad emulare il “Ponte nel cielo” (foto) che si trova in Val Tartano, in Valtellina, e diventato meta di numerosi turisti.

Il ponte camuno sarebbe lungo circa 250 metri e sarebbe sospeso a 150 metri di altezza, sopra il torrente Re; collegherebbe l’area del castagneto secolare di Paspardo, dove si trova anche la panchina gigante, ed il castello di Cimbergo: sarebbe un richiamo turistico, ma anche un modo per i residenti dei due paesi di spostarsi di qualche chilometro senza prendere l’auto.

Il costo dell’opera sarebbe di un milione di euro: il Comune di Paspardo avrebbe intenzione di presentare lo studio agli enti superiori, sperando in un finanziamento. Si starebbe già pensando al nome: secondo il Giornale di Brescia, potrebbe chiamarsi “il ponte dei sogni nella Valle dei segni” o “il ponte dei segni”.

Share This