La vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia Letizia Moratti è intervenuta sull’argomento della vaccinazione sui giovani, dopo gli appelli dei giorni scorsi.

“Nell’ultimo mese – dice Moratti – stiamo assistendo con un po’ di preoccupazione alla risalita dei contagi, più marcata per le fasce di età giovani e giovanissimi. Così, in questa fase della campagna vaccinale, abbiamo deciso di mettere il focus su scuola e università. In effetti più alto sarà il numero di studenti vaccinati, maggiore sarà la possibilità di tornare in presenza o con pochissime limitazioni”.

“È importante – sottolinea la vicepresidente – prenotare al più presto la vaccinazione personale. La somministrazione della prima dose in questi giorni infatti permette di completare il ciclo vaccinale entro la prima decade di settembre. In questo modo l’inizio dell’anno scolastico, fissato in Lombardia per lunedì 13 settembre, avverrebbe in piena sicurezza, con soddisfazione di tutti”.

Al momento, in Lombardia, sono 510.255 i ragazzi dai 12 ai 19 anni vaccinati o prenotati (243.796 completamente vaccinati, 156.908 in attesa di seconda dose, 109.551 prenotati entro il 12 settembre) pari al 74,3% dei cittadini con questa età; non hanno invece ancora aderito alla vaccinazione circa 176.712 ragazzi (25,7%).

Nella fascia d’età dai 20 ai 29 anni, hanno aderito quasi 831.885 giovani (604.372 completamente vaccinati, 175.368 in attesa di seconda dose, 52.145 prenotati entro il 12 settembre) pari all’85,1% dei lombardi con questa età; all’appello manca il 14,9% pari a 145.927 persone.

I posti ancora disponibili nelle agende prioritarie ‘dedicate’ sono sufficienti a garantire il fabbisogno vaccinale di tutti questi cittadini. L’adesione avviene attraverso il portale dedicato. La somministrazione è garantita entro 24/48 ore su tutto il territorio regionale.

Share This