Regione Lombardia ha comunicato alla Comunità Montana di Valle Camonica il finanziamento di altri otto interventi di bonifica dei boschi e delle strade silvo-pastorali danneggiate dalla tempesta Vaia il 29 ottobre 2018.

I fondi sono ministeriali, derivanti da Ordinanze di Protezione civile: gli interventi sono selezionati dal programma generale trasmesso dalla Comunità Montana, che riguardava tutti i 40 Comuni, per un importo complessivo di circa 8 milioni di euro.

Si tratta di 3 milioni di euro, che si aggiungono al milione e 900 mila euro del 2019, che saranno progettati dalla Comunità Montana e che verranno realizzati nel corso del corrente anno da parte dei Consorzi Forestali e delle ditte boschive della Valle.

Nel dettaglio i paesi interessati dai prossimi interventi grazie a questi fondi saranno:

Ceto, dove, con 1 milione di euro si procederà alla sistemazione dei boschi abbattuti e alla sistemazione delle strade forestali di accesso. La viabilità da sistemare è concentrata in Val Paghera dove è ubicata la totalità delle superfici completamente schiantate;

Sonico, dove verrà investito 1milione e 200 mila euro per la sistemazione dei boschi in val Malga con danni alla viabilità di accesso quali le strade Ponte del Guat-Malga Premassone-Malga Frino, Casadecla-Sbriser;

Ossimo, dove con 108mila euro si procederà a sistemare località Balegge, dove si verificarono schianti di alberi con danneggiamento alla strada d’accesso da Ossimo Superiore;

Monno, dove arriveranno 110mila euro per sistemare boschi e vie d’accesso a località Dorena;

Vezza d’Oglio, dove con 200mila euro si cercherà di riparare i gravi danni alle strade Val Paghera-Pornina e a quelle della Val Grande, aree di concentramento degli schianti;

Malonno, che con 250mila euro deve rispristinare la viabilità in località Muse-Brunò, dove si concentra la maggior parte dei boschi interamente schiantati;

Cerveno, dove con 5mila euro si procederà alla sistemazione dei boschi abbattuti in località Sendini, e Lozio che riceverà 8mila euro.

“Vengono premiate le azioni politiche e tecniche attuate con continuità dall’Ente presso Regione Lombardia per consentire la prosecuzione dell’opera di ripristino dei danni della tempesta. L’obiettivo è ottenere ulteriori fondi per il completamento della bonifica nel 2021” ha comunicato l’assessore alla bonifica in Comunità Montana Cristian Farisè.

Share This