Neanche il tempo di inaugurare le opere in allestimento sul lungolago e nelle vie del centro storico che i vandali si sono già messi in azione. E’ accaduto giovedì ad Iseo, dove i residenti hanno segnalato al Comune che delle parti di una delle opere di Giacinto Bosco, a cui sarà dedicata una rassegna per tutta l’estate, erano state staccate ed appoggiate per terra.

Un gesto, insomma, quasi di sfida e di irriverenza, che da Palazzo Vantini è stato immediatamente condannato, difendendo l’accoglienza e la cultura iseana e garantendo di essere già al lavoro per individuare i responsabili tramite le telecamere di videosorveglianza installate in paese.

E’ l’ultimo di una serie di episodi che stanno preoccupando i residenti in queste settimane: atti vandalici e schiamazzi nelle ore notturne stanno facendo sentire poco sicuri gli iseani, motivo per cui il Comune ha chiesto a Polizia Locale e carabinieri di intensificare i controlli.

Per quanto riguarda le opere in fase di installazione, tutte in bronzo, queste faranno parte della mostra “Giacinto Bosco. Doppio sogno”, che sarà inaugurata sabato 11 giugno e sarà visitabile fino all’11 settembre, con l’organizzazione del Comune e della Fondazione L’Arsenale e dedicata all’artista siciliano, di cui saranno esposte quaranta opere.

Share This