A Vilminore sono tre le strade franate in seguito al maltempo di fine ottobre.

 

Sulla provinciale 58, al chilometro 67,900 in località Al de Crus, sulla provinciale 61 e sulla ex statale 294. Per evitare ai bambini delle frazioni un tragitto  di ottanta chilometri al giorno per andata e ritorno dall’asilo e da scuola, nel giro di poco tempo la Provincia di Bergamo ha fatto tracciare un sentiero che collega gli estremi del paese spezzato in due.

I bambini delle frazioni sono portati ad un capolinea del sentiero provvisorio, li scortano di là a piedi, e viceversa al ritorno. La ferita più grave è sulla provinciale 58 della Val di Scalve, dove la strada è franata, travolgendo anche una casa, per fortuna disabitata. La prima richiesta di acquisizione di documenti da parte della polizia giudiziaria è di mercoledì scorso, nella sede della Provincia, su mandato del pubblico ministero.

Tutto il materiale documentario sarà consegnato agli inquirenti. L’obiettivo della richiesta di documenti sarebbe quello di valutare tutti le segnalazioni fatte sulle condizioni delle strade in questione nel corso del tempo e verificare se siano stati fatti tutti gli interventi necessari a mettere in sicurezza le zone.

Dopo l’apertura dell’indagine per frana colposa riferita agli smottamenti in Val di Scalve e attualmente a carico di ignoti, la Procura mira a individuare eventuali responsabilità ed è probabile che, dopo l’acquisizione documentale, il fascicolo possa contenere nomi e cognomi di eventuali indagati.

Share This