Nella tarda mattinata di domenica a Vione alcuni passanti nella zona di via Cesare Battisti, poco distante dalla piazza, hanno segnalato alle forze dell’ordine la presenza a terra di un oggetto che somigliava a un ordigno bellico.

Il luogo del rinvenimento è stato raggiunto da carabinieri, polizia locale dell’Unione dei Comuni dell’alta Valle e dal sindaco Mauro Testini. Le forze dell’ordine hanno recintato la zona, proibendo a chiunque di avvicinarsi e allontanando chi già si trovava nei paraggi.

Confermata la pericolosità dell’oggetto, sono stati contattati gli artificieri, che hanno raggiunto Vione nel primo pomeriggio. Si trattava di un piccolo ordigno risalente alla Seconda Guerra Mondiale. Gli artificieri hanno rimosso la bomba e, con tutte le cautele del caso, l’hanno trasportata nella discarica di Stadolina per il disinnesco e il brillamento (foto di repertorio). A seguire, le due aree, in paese e in campagna, sono state bonificate.

Share This