I vini della Vallecamonica sono molto apprezzati e per due di essi nei giorni scorsi è arrivato un nuovo importante riconoscimento: il Camunnorum annata 2017 e il Griso annata 2020 hanno conquistato la medaglia d’oro al concorso per i vini estremi organizzato dal Cervim, Centro di ricerca, studi, salvaguardia, coordinamento e valorizzazione della viticoltura montana.

Il rosso realizzato dalla cooperativa Rocche dei Vignali di Losine ha vinto il premio per la terza volta consecutiva; stessa onorificenza anche per il bianco Griso, prodotto dall’azienda Scraleca del lago Moro a Darfo, guidata da Tino Tedeschi, che ricopre anche la carica di presidente del consorzio Vini Igt di Vallecamonica. I riconoscimenti confermano come la viticoltura camuna abbia da tempo intrapreso un percorso di qualità. Soprattutto se si pensa che al concorso del Cervim erano iscritti 831 vini, provenienti da 301 aziende di 24 Paesi.

Share This