Europei di Monaco, la Valle torna a tifare Christian Falocchi

Europei di Monaco, la Valle torna a tifare Christian Falocchi

La Vallecamonica, e Breno in particolare, si preparano a fare nuovamente il tifo ad un “suo” atleta. Martedì 16 agosto, alle ore 18:35, il camuno Christian Falocchi tornerà infatti in pista, per le qualificazioni di salto in alto agli Europei di Monaco di Baviera.

Falocchi, atleta delle Fiamme Oro, si è iscritto con il diciottesimo tempo, ma questo non vuol dire che le possibilità di un passaggio di turno siano poche. Il brenese, tra l’altro, è tornato in forma dopo qualche problema fisico negli ultimi tempi.

A febbraio ha conquistato il titolo di Campione italiano assoluto ad Ancona, con 2,21 metri. Nel corso della stagione, però, è arrivato a toccare i 2,24 metri, sua migliore prestazione all’aperto, mentre al chiuso in passato è arrivato a 2,25. La speranza è che possa bissare questi numeri anche nei prossimi giorni.

Pontedilegno, due concorsi per valorizzare la montagna

Pontedilegno, due concorsi per valorizzare la montagna

Valorizzare la montagna, sensibilizzare le nuove generazioni a rispettarla ed immortalarla nei suoi spazi più belli: si può fare anche stimolando la creatività di grandi e piccini e la loro competitività. Lo ha pensato la Pro Loco di Pontedilegno, che quest’estate ha organizzato due distinti concorsi, la cui scadenza per la partecipazione è stata fissata a sabato 20 agosto.

“La Montagna di Fuoco” è un concorso di disegno rivolto ai più giovani, dai 3 ai 13 anni: a loro è chiesto di realizzare un disegno che ricordi i danni subiti dalla montagna l’inverno scorso, a causa dei numerosi incendi alimentati dalla siccità. Tre le categorie in gara: baby (dai 3 ai 6 anni), Junior (dai 7 ai 10 anni) e Ragazzi (dagli 11 ai 13 anni). I disegni devono essere consegnati a mano presso la sede dell’Infopoint-Pro Loco a Pontedilegno.

L’altro concorso, invece, è “La Montagna e quattro elementi”, ed è aperto a tutti i fotografi non professionisti, con una sezione dedicata ai giovani tra i 14 e i 18 anni. In questo caso, si chiede di fotografare il territorio dell’Alta Valle, con particolare riferimento a Monno, Incudine, Vezza d’Oglio, Vione, Temù e Pontedilegno; ai vincitori saranno consegnate delle smartbox. Le premiazioni di entrambi i concorsi si terranno a settembre, in data e luogo da definire. I moduli di partecipazione si trovano sul sito www.prolocopontedilegno.it.

Sempre meno sportelli bancari: in Vallecamonica sedici Comuni non ne hanno neanche uno

Sempre meno sportelli bancari: in Vallecamonica sedici Comuni non ne hanno neanche uno

Negli ultimi anni, stiamo assistendo ad un fenomeno che non sembra volersi fermare, ma che probabilmente continuerà ancora. Stiamo parlando della chiusura di numerose filiali di banche a favore del cosiddetto home banking (ovvero la possibilità di effettuare tutte le operazioni tramite internet): il calo di sportelli non si registra solo in città, ma anche e soprattutto nei piccoli Comuni montani, che in breve tempo sono stati di fatto abbandonati dagli istituti bancari.

In tredici anni, rileva il Centro Studi Confindustria Brescia su dati della Banca d’Italia, in provincia di Brescia si è passati da 927 a 670 sportelli. I Comuni senza alcuno sportello sono invece ventinove: e la Vallecamonica, in questo elenco, fa la parte del leone, con sedici paesi che non hanno sportelli con personale sul proprio territorio.

Sono i Comuni di Berzo Inferiore, Sellero, Sonico, Temù, Ono San Pietro, Saviore dell’Adamello, Vione, Cerveno, Braone, Paspardo, Losine, Monno, Cimbergo, Lozio, Incudine e Paisco Loveno. Un totale di 13.474 residenti in Vallecamonica che non possono usufruire di questo servizio dove vivono.

E se in città il ridimensionamento ha fatto scendere il numero di sportelli da 201 nel 2015 ai 143 di oggi, non se la passano bene neanche i Comuni più grandi della Provincia, anche loro interessati da una riduzione della presenza delle banche: a Darfo, ad esempio, ad oggi gli sportelli sono dieci.

Edolo, un anno dopo l’arrivo dei profughi afghani: per Masneri “bisogna dare loro una prospettiva”

Edolo, un anno dopo l’arrivo dei profughi afghani: per Masneri “bisogna dare loro una prospettiva”

Era l’agosto del 2021 quando, con la caduta di Kabul ed il ritorno dei talebani, Edolo fu scelta dal Ministero della Difesa come una delle destinazioni provvisorie dei numerosi profughi giunti dall’Afghanistan in cerca di protezione.

Duecento persone furono accolte dal Comune dell’alta Vallecamonica, nella base logistico addestrativa dell’Esercito; successivamente, fu messo a disposizione anche l’ex convitto Bim, tramite la gestione di una cooperativa.

Oggi, un anno dopo, l’ex convitto ospita diciassette afghani (tra cui una famiglia di otto persone), oltre a 46 ucraini scappati dalla guerra. Nella base logistica, invece, da quattro mesi sono ospitati altri sessanta afghani. Per tutti loro la situazione è ancora in sospeso, perché quella di Edolo è una sistemazione temporanea, in attesa che queste persone possano trovare un luogo in cui cominciare una nuova vita.

E’ la speranza di Luca Masneri, sindaco di Edolo: il Comune si è prodigato affinché i bambini potessero frequentare la scuola durante l’inverno ed imparare l’italiano, ma ora serve fare altro. “Non è bello che queste persone siano parcheggiate ad Edolo”, dice Masneri al Giornale di Brescia, “è necessario dare loro una prospettiva, e non lasciarsi influenzare dalle ondate delle emergenze, all’italiana maniera”.

Secondo il primo cittadino si deve lavorare affinché queste persone possano costruirsi una vita “prima che scada il loro ‘contratto con lo Stato’, anche perché finché saranno parcheggiati a Edolo il lavoro non lo troveranno”.

La viabilità in Vallecamonica

La viabilità in Vallecamonica

CEVO

Il 15 agosto divieto di transito e sosta dalle 16:00 alla mezzanotte in Piazza Belvedere e dalle 20:00 alla mezzanotte nei pressi del Dosso dell’Androla, per consentire lo svolgimento della Festa dell’Ospite.

A causa di uno smottamento, in entrambe le direzioni di marcia della Strada Provinciale 6 “Cedegolo – Cevo – Saviore dell’Adamello” che si estende dal km 5+780 al km 5+830, nel territorio del Comune di Cevo, fino a revoca, la regolamentazione della circolazione stradale, per tutte le categorie di veicoli, con restringimento di carreggiata, istituzione di senso unico alternato regolato a vista, con imposizione del limite massimo di velocità a scalare a 50 km/h e il divieto di sorpasso;

Per consentire lavori di rifacimento del fondo stradale, il Comune impone dal 1° agosto fino a fine lavori la limitazione al transito pedonale e veicolare su via delle Energie Rinnovabili e della Strada di Fontana.

PIAN CAMUNO

Per permettere lo svolgimento del Trofeo G.S. Pian Camuno, il Comune impone il 15 agosto, dalle 11:45 alle 15:30, la sospensione della circolazione nei tratti all’interno del centro abitato, della Strada Provinciale I (dal confine con Artogne al confine con Pisogne) e della strada intercomunale Pian Camuno-Montecampione; inoltre, fino alle 18:00 divieto di sosta nel parcheggio pubblico in via Panoramica antistante i civici dal 61 al 79 e quelli antistanti il laghetto di Montecampione.

PASPARDO

Per permettere lo svolgimento delle iniziative estive, il Comune ordina il divieto di circolazione e di sosta lungo via Bonfadini (inizio zona pavimentata), Piazza Umberto I, via Martinazzoli, via Fontana e via Recaldini fino al 21 agosto.

A causa di uno smottamento franoso, il Comune impone la chiusura al transito dell’area in località Ponte della Sega fino a fine lavori.

SONICO

Dal 22 agosto e fino alla fine dei lavori, il Comune ordina la chiusura della strada agro-silvo pastorale dal tornante di Rampì fino allo Sbriser, per opere di bonifica forestale, tutti i giorni dalle 08:00 alle 12:00 e dalle 13:00 alle 18:00 ad eccezione dei fine settimana e dei festivi.

MONNO

Fino al 31 agosto (o fino al termine dei lavori), chiusura al transito ed alla sosta di una porzione di parcheggio in Piazza IV Novembre.

PONTE DI LEGNO

Istituito il senso unico alternato sulla strada statale 42 “del Passo del Tonale e della Mendola” a Ponte di Legno dalle 08:00 alle 17:00 dei giorni feriali per lavori di asfaltatura. Traffico regolato da impianto semaforico dall’area della Val Sozzine per circa 500 metri.

BORNO

Ogni giorno fino al 4 settembre, il Comune impone il divieto di transito sul tratto di strada agro-silvo pastorale “Corna rossa-Plai”.

Per consentire lo svolgimento di uno spettacolo teatrale, il 13 agosto divieto di sosta in Piazza Roma (partendo dal cimitero in direzione Tegola) dalle 07:00 fino a termine dello spettacolo.

ZONE

Il Comune impone il divieto di transito in via Valurbes, dalla strada forestale Tibia-Osone alla località Croce di Zone, fino a fine lavori di manutenzione straordinaria.

VEZZA D’OGLIO

Il Comune ordina il divieto di transito e di sosta in Piazza IV Luglio, via dei Federici e via Roma fino al 31 agosto tutti giorni alle 09:00 alla mezzanotte ed a settembre nei fine settimana dalle 09:00 alle 18:00.

CETO

Fino a fine lavori, dalle 08:00 alle 17:00 senso unico sul passaggio a livello, per lassi di tempo di circa venti minuti.

ONO SAN PIETRO

Ogni giorno, dalle 07:00 alle 19:00 (esclusa la domenica), chiusura della Strada del Monte per posa asfalto, fino a fine lavori.

ANGOLO TERME

A causa del cedimento della strada in seguito al maltempo, fino a nuova comunicazione chiusura del tratto di via Lorenzetti che collega il capoluogo alla frazione di Terzano e senso unico alternato con semaforo in viale Terme con velocità massima di 20 km/h e possibilità di chiusura in caso di maltempo.

PASSO GAVIA

Anas ha aperto il 28 maggio la strada del Passo Gavia sia dal lato camuno sia dal lato valtellinese.

PASSO CROCEDOMINI

La Provincia di Brescia ha emesso l’ordinanza per la riapertura del Passo Crocedomini da tutti i lati (SPBS 345 delle Tre Valli e SPBS 669 del Passo Crocedomini) dalle ore 15:00 del 20 maggio.