Pisogne, il Caffè di Al per pazienti malati di Alzheimer e i loro familiari

Pisogne, il Caffè di Al per pazienti malati di Alzheimer e i loro familiari

Dopo essere stato presentato alla popolazione a dicembre, nei giorni scorsi c’è stato il taglio del nastro del Caffè di Al, un locale a disposizione di coloro che si prendono cura di persone affette da Alzheimer che si trova all’interno della Casa di Riposo di Pisogne.

Il servizio è strutturato su due stanze, che ricreano l’ambiente di un vero e proprio bar dove, ogni lunedì dalle ore 14:30 alle 17:30, i caregiver possono incontrarsi per confrontarsi sulle varie tematiche legate alla cura dei propri cari, condividendo esperienze, proponendo idee e ottenendo anche supporto psicologico dal personale qualificato della Rsa.

I malati, invece, durante gli incontri potranno usufruire del giardino d’inverno per attività di movimento e di stimolazione cognitiva con gli operatori. Il progetto, voluto dalla Fondazione Santa Maria della Neve, è rivolto non solo ai pisognesi, ma a familiari e pazienti della Vallecamonica e del Sebino Bresciano.

Orti di Lombardia, via al nuovo bando

Orti di Lombardia, via al nuovo bando

C’è tempo fino al 23 marzo per partecipare al bando “Orti di Lombardia 2024”, voluto da Regione Lombardia per promuovere la realizzazione di orti didattici, urbani e collettivi come strumenti per diffondere la cultura del verde e dell’agricoltura, sensibilizzare le famiglie e gli studenti sull’importanza di un’alimentazione sana ed equilibrata, divulgare tecniche di agricoltura sostenibile, riqualificare aree abbandonate e favorire l’aggregazione sociale e lo sviluppo di piccole autosufficienze alimentari per le famiglie.

Il bando, per cui il Pirellone mette a disposizione 150mila euro, è rivolto ai Comuni, Istituti Scolastici pubblici e privati ed Enti Gestori di Aree Protette, compresi quelli che hanno già usufruito dei contributi del bando in passato, purché il progetto riguardi l’ampliamento degli interventi già finanziati.

I progetti finanziabili devono essere attuati sul territorio regionale e devono essere finalizzati alla realizzazione di orti didattici, urbani e collettivi o riguardare ampliamenti di interventi già esistenti, purché l’area di ampliamento non sia di dimensioni inferiori a quelle minime indicate nel bando. I progetti devono prevedere l’applicazione di tecniche di agricoltura sostenibile ed iniziative formative e informative realizzate con il coinvolgimento di associazioni agricole di categoria e di aziende agricole, fattorie didattiche e fattorie sociali.

Coloro che saranno ammessi riceveranno un co-finanziamento “a sportello” che coprirà il 50% del costo complessivo del progetto. Le informazioni si trovano sul sito www.ersaf.lombardia.it: le domande vanno presentate tramite l’apposito modulo ed inviate a ersaf@pec.regione.lombardia.it.

Investito a Darfo, sabato i funerali di Gian Franco Barbieri

Investito a Darfo, sabato i funerali di Gian Franco Barbieri

Gli accertamenti in atto da parte della Procura sono una prassi, anche perché poco dopo l’incidente in cui mercoledì mattina ha perso la vita Gian Franco Barbieri a Darfo è apparso chiaro che si sia trattata di una fatalità.

Secondo la ricostruzione effettuata ieri dai carabinieri della Compagnia di Breno il 70enne, pensionato, era da poco giunto in bici in Corso Italia a Boario. Nei pressi del residence Capriccio Azzurro aveva appoggiato la due ruote e si era apprestato ad attraversare la strada, non sulle strisce pedonali, poco distanti.

In quel momento stava sopraggiungendo un Ford Tourneo guidato da un 55enne di Ceto, che procedeva a velocità moderata. Barbieri è stato preso di striscio, ma l’impatto lo ha buttato a terra, facendogli sbattere la testa.

I volontari di Camunia Soccorso, giunti sul posto, hanno provato per mezz’ora a rianimarlo, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare; il 55enne, invece, sotto choc, ha accusato un malore ed è stato portato all’ospedale di Esine.

La strada bagnata dalla pioggia avrebbe rallentato la frenata del furgone, ma il traffico sostenuto di quel momento non fa pensare che il mezzo stesse procedendo troppo velocemente: ad ogni modo, come da prassi, il 55enne è stato sottoposto all’alcoltest, mentre dovrebbe essere aperto sempre come atto dovuto un fascicolo con l’ipotesi di omicidio stradale. Barbieri, che viveva da solo ad Erbanno, lascia la sorella Maria: i funerali si terranno sabato, alle ore 14:30, nella chiesa parrocchiale.

[Foto da Giornale di Brescia]

La viabilità in Vallecamonica

La viabilità in Vallecamonica

CERVENO

Fino al 29 febbraio divieto di transito sulla pista ciclabile alta (Cerveno-Ono San Pietro), per lavori di scavo pertinenti la pubblica illuminazione.

Il Comune ordina, fino al 15 marzo, il divieto di sosta sul parcheggio comunale di via Donatori di sangue, per lavori di impermeabilizzazione dei garage sottostanti.

BRAONE

Fino alle 17:00 del 1° marzo il Comune ordina la chiusura al transito in via Sommavilla antistante al civico 10 (tra il civico 24 ed il civico 14), per lavori di rifacimento della fognatura.

INCUDINE

Il Comune impone, dal 4 marzo fino a fine lavori, la chiusura della strada agro-silvopastorale denominata “Corona”, per lavori di miglioramento forestale.

DARFO BOARIO TERME

Fino al 29 marzo nel centro storico di Capo di Lago, dal civico 4 al civico 21, il Comune istituisce la chiusura al transito e alla sosta dei veicoli per rifacimento dei sottoservizi e della pavimentazione.

Per lavori all’ex Conventone, per un anno, il Comune ha istituito il senso unico di marcia in via Quarteroni, nella direzione sud-nord. Istituita la sosta regolamentata con disco orario della durata di mezz’ora, da lunedì a sabato dalle 7:00 alle 20:00 nel parcheggio di Piazza Petrarca.

Il Comune ordina la chiusura della strada intercomunale tra Montecchio e la Sacca di Esine, nel tratto in cui si sono riversati dei massi a causa di uno smottamento, e del tratto di pista ciclabile sul fiume Oglio, fino a revoca.

ISEO

Per consentire i lavori di riqualificazione, fino alle 18:00 del 24 maggio è istituito il divieto di sosta in via Silvio Bonomelli (tra via Roma e la traversa I), il divieto di transito nella stessa via (in prossimità con l’intersezione con via Roma), il divieto di transito in via Pusterla (in prossimità dell’intersezione con via Roma) ed il doppio senso di marcia a senso unico alternato e limite di velocità a 30 km/h in via Raffaele Botti e nel tratto di via Pusterla tra l’area del cantiere in prossimità di via Roma.

PISOGNE

Per consentire i lavori per la nuova pista ciclopedonale a sbalzo sul lago d’Iseo, il Comune impone fino alle 17:00 del 14 giugno (o comunque fino alla fine dei lavori) il transito a senso unico alternato della strada di collegamento tra Govine e Toline.

MONNO

Fino al 9 settembre divieto di sosta nell’area parcheggio di via Roma, all’intersezione con via Valtellina, in località Viale, per lavori edili.

CEDEGOLO

Fino a fine lavori divieto di accesso al Parco giochi di piazza Papa Giovanni Paolo II e divieto di sosta nei due stalli in adiacenza per consentire i lavori di realizzazione del parco giochi inclusivo.

Per permettere i lavori della nuova mensa scolastica, il Comune impone il divieto di transito in via Padre L. Cagni (nel tratto compreso tra l’intersezione con via Don Giovanni Arrighetti e l’intersezione con via della Pace) dal lunedì al venerdì dalle 07:30 alle 08:15, dalle 12:45 alle 13:15 e dalle 15:45 alle 16:15 ed il sabato dalle 07:30 alle 08:15 e dalle 12:45 alle 13:15. Previsto, inoltre, il divieto di fermata in via della Pace in corrispondenza delle scuole elementari tutti i giorni, fino alla fine dei lavori.

ANGOLO TERME

Per consentire lavori di manutenzione straordinaria, il Comune ordina il senso unico alternato ed il limite di velocità a 20 km/h sulla strada intercomunale Angolo Terme/Anfurro/Monti di Rogno (da via Bilinghera ad Anfurro), fino a fine lavori.

Per garantire l’incolumità pubblica il Comune ordina fino a revoca la chiusura al transito carraio e pedonale della strada comunale in Via Lorenzetti, nella frazione di Terzano, nei pressi del civico 17, in attesa di far eseguire le opportune verifiche statiche sulla muratura posta a monte della sede stradale, che presenta delle importanti fessurazioni, e la temporanea sospensione del servizio scuolabus per la frazione di Terzano.

PIAN CAMUNO

Il Comune impone il divieto di sosta e di transito nel parcheggio pubblico di via Pagher, di fronte al civico 10, fino alla fine dei lavori di realizzazione di un pozzo perdente.

BERZO DEMO

A causa delle precipitazioni di inizio dicembre, il Comune impone il divieto al traffico veicolare e pedonale sulla strada comunale “Moie de Nà”, fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

CEVO

A causa della caduta di cinque frane, la Strada Provinciale 6 è chiusa dal km 3+500 al km 5+000.

PASPARDO

Per consentire i lavori necessari in seguito alla frana del 3 novembre, la Strada Provinciale 88 è aperta a senso unico alternato regolato da semaforo nel tratto in località Fontanine.

VELLO-TOLINE

La pista ciclopedonale è percorribile solo sul territorio di Pisogne; rimane chiusa per lavori la parte di competenza del Comune di Marone.

LOSINE

Il Comune impone il divieto di transito sulla strada comunale in località “Crespalone basso” (tra le cascine di proprietà Bono e Patarini, bivio strada Crespalone Alto), fino al completamento dei lavori di rifacimento di un muro di sostegno crollato.

CIVIDATE CAMUNO

Fino a fine lavori di sistemazione del ponte, sul cavalcavia della Strada Provinciale 345 è stato imposto il senso unico alternato regolato da semaforo.

MALEGNO

Per consentire la sicurezza agli alunni ed alunne in entrata ed uscita dalla scuola, il Comune impone per tutto l’anno scolastico il divieto di transito ai veicoli a motore in via Cava, tra l’intersezione con la Strada Provinciale 5 e via Fontanelle, nei giorni feriali dalle 07:45 alle 08:15 e dalle 12:45 alle 13:15.

SULZANO

A seguito dello spostamento del mercato settimanale, il Comune ordina dal 6 dicembre fino a fine lavori il divieto di sosta in Piazza Unità, nelle aree destinate al parcheggio dei residenti ed a pagamento, ogni martedì dalle 06:30 alle 14:00.

CHIUSURE PASSI

PASSO DEL VIVIONE: dal 23 ottobre Anas chiude il tratto della Statale 294 della Val di Scalve dal km 11+850 (lato bresciano) al km 24+500 (lato bergamasco).

STATALE 300 DEL GAVIA: chiuso il tratto che unisce Pontedilegno e Santa Caterina Valfurva.

PASSO CROCEDOMINI: chiuso sia dal lato Valle Trompia e Valle Sabbia che dal versante camuno, per neve.

PASSO DEL MORTIROLO: per la stagione invernale, dal 6 novembre chiusura del tratto.

Clusane d’Iseo ospita il primo Torneo internazionale di scacchi del lago d’Iseo

Clusane d’Iseo ospita il primo Torneo internazionale di scacchi del lago d’Iseo

Clusane d’Iseo per un fine settimana si trasforma e diventa un’enorme scacchiera: da oggi, giovedì 29 febbraio, fino a domenica 3 marzo, la frazione di Iseo ospita infatti la prima edizione del Torneo Internazionale di scacchi del lago d’Iseo.

Organizzato dal circolo culturale l’Ago di Clusane in collaborazione con la scuola di scacchi Torre e cavallo di Sarezzo e con il patrocinio del Comune di Iseo, per la prima volta il Sebino diventa teatro di un torneo di uno dei giochi più popolari ed appassionanti al mondo, dove strategia, intelligenza e pazienza sono armi da saper dosare per giungere alla vittoria.

150 gli iscritti confermati alla manifestazione (provenienti da varie parti d’Italia, ma anche da Svizzera, Inghilterra, Francia, Austria, Albania, Sud Africa, Bielorussia e India), che promette di raccogliere sul lago d’Iseo anche numerosi curiosi, tant’è che gli organizzatori ad oggi stimano una presenza totale di circa 250-300 persone per il fine settimana.

Gli incontri si tengono nella sala civica di Clusane d’Iseo e sul lungolago Capponi, sia alla mattina che al pomeriggio, per un totale di quattro tornei ed un montepremi complessivo di 7mila euro (solo per il Master, al primo classificato andranno mille euro).

“Ci piacerebbe possa diventare un evento da mettere in calendario”, ha detto Claudio Piensi, presidente de L’Ago di Clusane, “eventi come questo sono solo alcuni incentivo che possiamo fornire al nostro territorio per tornare a popolarsi di turisti in vista della stagione estiva”.