Vivilavalle – Gli appuntamenti del 20 gennaio 2020

Vivilavalle – Gli appuntamenti del 20 gennaio 2020

GLI APPUNTAMENTI DI OGGI

BIENNO

Dal 25 gennaio all’8 marzo, ogni sabato dalle 20:30 alle 22:00, si terrà un corso di catechesi in preparazione al matrimonio, presso l’Eremo dei Santi Pietro e Paolo. Per informazioni ed iscrizioni chiamare lo 0364 40 081 o inviare una mail a info@eremodeisantipietroepaolo.it.

ESINE

Dalle 09:00 alle 12:00 è possibile visitare “Cartoline dal mondo”, mostra sulle cartoline d’epoca da inizio ‘800, collezione privata di Margherita Feriti, presso la Sala Cultura del Comune.

PONTEDILEGNO

Il 25 gennaio, alle 15:30, si terrà un aperitivo in rifugio-trekking con le racchette da neve in alta Vallecamonica. Le iscrizioni si effettuano chiamando lo 0364 76 165.

VEZZA D’OGLIO

Il 25 gennaio si terrà un’escursione con le caspole ai piedi con cena al Rifugio La Maralsina. Alle 15:30 Ritrovo, presso la Casa del Parco dell’Adamello; alle 21:30 Rientro. Le iscrizioni si effettuano compilando il modulo sul sito www.alternativaambiente.com.

MOSTRE

ISEO

Fino al 31 gennaio, dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00, è possibile visitare la mostra “Franco Bettini-Il fascino del bianconero” e “Franco Bettini e memoriale Angelo Danesi”, a cura di Iseo Immagine, presso Casa Panella.

Fino al 31 marzo, dal martedì alla domenica, dalle 09:30 alle 12:30, è possibile visitare la mostra “Gli strumenti musicali dell”800 e del ‘900”, a cura del Prof. Tonino Mazza, presso il Museo Civico.

LOVERE

Dal 15 dicembre al 2 febbraio è possibile visitare un presepe ispirato al Settecento napoletano, presso l’atelier dell’Accademia Tadini. Orari di apertura: nei giorni feriali dalle 14:00 alle 18:00, nei giorni festivi dalle 10:00 alle 18:00 e nei prefestivi dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

MONNO

Fino al 26 gennaio “Ritratti reali” mostra a cura di Patrizio Raso in collaborazione con l’artigiana Gina Melotti e i cittadini monnesi. Orari e giorni d’apertura: domenica dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 17:00 alle 20:00; lunedì, mercoledì e venerdì dalle 20:00 alle 22:00. Su appuntamento al 328-6957180.

VARIE

La Polisportiva Disabili di Vallecamonica organizza alcuni corsi. Per informazioni su quello di ippoterapia, chiamare il 339 37 50 225 (Noemi Canini), su quelli di tennis chiamare il 340 18 69 254 (Marco Castelli), su quello di tiro con l’arco tutti i martedì alle 20:30 presso l’ex Consolata di Boario chiamare il 348 44 60 381 (Santina Partesana), su quello di ginnastica artistica presso la palestra di Boario chiamare il 334 67 97 762.

BIENNO

Dal 25 gennaio all’8 marzo, ogni sabato dalle 20:30 alle 22:00, si terrà un corso di catechesi in preparazione al matrimonio, presso l’Eremo dei Santi Pietro e Paolo. Per informazioni ed iscrizioni chiamare lo 0364 40 081 o inviare una mail a info@eremodeisantipietroepaolo.it.

ONO SAN PIETRO

Il 26 gennaio, alle 07:00, si terrà la traversata Ono-Schilpario, con possibilità di pranzo a Schilpario e bus per il rientro. Per informazioni chiamare il 347 49 29 002.

PONTEDILEGNO

Il 22 gennaio, alle 18:00, si terrà “In cucina con lo chef!”, esperienze e segreti della tavola firmate CFP Zanardelli, con lo chef Gabriele Martinazzoli. Le iscrizioni si effettuano chiamando lo 0364 91 390 o inviando una mail a corsi.pontedilegno@cfpzanardelli.it.

Il 22 gennaio, alle 19:30, si terrà una caspolata notturna. Le iscrizioni si effettuano chiamando lo 0364 92 660 o il 366 18 19 296.

Il 25 gennaio, alle 15:30, si terrà un aperitivo in rifugio-trekking con le racchette da neve in alta Vallecamonica. Le iscrizioni si effettuano chiamando lo 0364 76 165.

Il 26 gennaio, alle 09:30, si terrà un’escursione con le ciaspole a Malga Monticelli. Le iscrizioni si effettuano chiamando il 346 57 88 907 o inviando una mail a info@adamelloguidealpine.it.

VERMIGLIO

Il 26 gennaio si terrà la Sgabanada, raduno amatoriale di scialpinismo, giunto alla 24^ edizione. Le iscrizioni si effettuano chiamando lo 0463 75 82 00 o lo 0364 90 38 38.

Calcio, i risultati delle squadre camune: nessuna vittoria, solo un pareggio

Calcio, i risultati delle squadre camune: nessuna vittoria, solo un pareggio

In Serie D il Breno, che ha giocato con il lutto al braccio in memoria di Sandro Farisoglio, per cui è stato osservato un minuto di silenzio prima della partita, esce sconfitto dal confronto con il Correggese, che vince con un gol di Sarrasco al 27esimo del secondo tempo. I granata scendono così all’ottavo posto, con 26 punti.

In Eccellenza, il Darfo di Inversini non riesce a bissare la vittoria della settimana scorsa, nonostante la rete di Baccanelli, e soccombe 1-2 contro il Ghedi e finisce tredicesimo, con 16 punti.

Un’immagine, simbolo di un ricordo che non svanirà mai. Un saluto, che esprime solo un arrivederci. Perché sarai sempre con noi.Ciao Sandro ❤️#SempreConNoi

Pubblicato da US Breno su Domenica 19 gennaio 2020

In Promozione neanche il Bienno riesce a portarsi a casa tre punti, perdendo 0-2 contro lo Sporting Desenzano e crollando in quattordicesima posizione, a soli 13 punti.

In Prima Categoria, un’altra sconfitta per il Sellero Novelle, che incassa due reti da La Torre e finisce quattordicesimo, con 11 punti, insieme alla Zognese, mentre il Virtus Lovere si deve accontentare di un pareggio, 1-1, contro la Torre de Roveri Calcio, restando al decimo posto, con 25 punti.

Infine, in Seconda Categoria, altra sconfitta per il Pian Camuno, che perde 1-2 contro il Real Rovato Franciacorta ma mantiene comunque la vetta della classifica, con 37 punti, così come la Nuova Camunia perde 1-2 contro il Pontogliese finendo in tredicesima posizione, con 17 punti.

SERIE D

Breno-Correggese 0-1 (ottavo in classifica, con 26 punti)

ECCELLENZA

Ghedi-Darfo 2-1 (tredicesimo in classifica, con 16 punti)

PROMOZIONE

Bienno-Sporting Desenzano 0-2 (quattordicesimo in classifica, con 13 punti)

PRIMA CATEGORIA

Sellero Novelle-La Torre 0-2 (quattordicesimo in classifica, con 11 punti)

Virtus Lovere-Torre De Roveri 1-1 (decimo in classifica, con 25 punti)

SECONDA CATEGORIA

Pian Camuno-Real Rovato Franciacorta 1-2 (primo in classifica, con 37 punti)

Pontogliese-Nuova Camunia 1-2 (tredicesima in classifica, con 17 punti)

Azzenda 2020, ecco l’agenza della Cooperativa Azzurra

Azzenda 2020, ecco l’agenza della Cooperativa Azzurra

Con l’inizio dell’anno nuovo parte anche la ricerca di un’agenda nuove dove segnare gli impegni quotidiani.

La Cooperativa Azzurra di Darfo, da qualche tempo, va incontro a questa esigenza proponendo l’Azzenda, un’agenda realizzata da alcuni dei ragazzi diversamente abili seguiti dalla cooperativa all’interno di un laboratorio creativo annuale di cui è responsabile Federica Bonetti.

Come ogni anno, anche l’Azzenda 2020 ha un tema specifico, ovvero le Bòte Camune, le leggende del nostro territorio, che sono state raccolte e selezionate dal gruppo, una per ogni mese dell’anno. Le illustrazioni, invece, sono a cura di Fernando Gaioni, un ragazzo del servizio di Formazione all’autonomia.

L’iniziativa permette alla Cooperativa di far conoscere le proprie attività, ma anche di creare legami tra i ragazzi coinvolti e rafforzarne l’autonomia. L’Azzenda 2020 si può acquistare, ad offerta libera, presso la sede della Cooperativa Azzurra.

Ex Banzato di Darfo, ancora dubbi sul suo futuro

Ex Banzato di Darfo, ancora dubbi sul suo futuro

Resta ancora avvolta nell’incertezza la situazione dell’area ex Banzato a Darfo Boario Terme, una volta sito industriale dove sono arrivate a lavorare fino a mille persone ed oggi abbandonata a se stessa.

Solo la centrale idroelettrica è in funzione: il resto sono scheletri di capannoni, macerie, erbacce e dimora di senzatetto. Cinquantamila metri quadri che potrebbero rinascere, come da tempo chiedono i residenti, in varie forme: come parco, complesso residenziale o nuovo sito industriale.

Ezio Mondini, sindaco di Darfo, ha creato un gruppo di lavoro bipartisan, per trovare un accordo con la proprietà diminuendo i tempi burocratici. Ma incontrare i proprietari si sta rivelando più difficile del previsto: lo stabile, ad oggi, apparterrebbe ad una immobiliare di Brescia, riconducibile ad un camuno.

Sul fronte della bonifica, invece, la Provincia deve esprimersi su chi sia il responsabile dei lavori, quantificabili in milioni di euro: una volta stabilito questo, il Comune potrà muoversi per reperire eventuali fondi regionali ed inserire l’area nell’elenco di zone di rigenerazione, in modo da poter ottenere degli incentivi regionali per la riqualificazione della zona.