Necrologi del 6 maggio 2021

Necrologi del 6 maggio 2021

I funerali del 6 maggio

PIANCAMUNO

Giovanni Garatti, 87 anni, funerali nella chiesa della Santa Famiglia della Beata alle ore 16:00, partendo dall’abitazione sita in via Dante Alighieri n. 41 con corteo in auto.

PILZONE D’ISEO

Gianluca Belussi, 59 anni, funerali alle 15:00 nella chiesa parrocchiale, partendo dalla casa funeraria in via Ninfea ad Iseo.

CLUSONE

Padre Arturo Spelgatti, 72 anni, funerali alle 15:30 nella Casa dell’Orfano.

Previsioni del tempo di giovedì 6 maggio 2021

Cielo nuvoloso per tutta la giornata, con probabilità di precipitazioni soprattutto nel pomeriggio. Temperature minime in aumento ad 11 gradi, così come le massime a 18 gradi. Zero termico intorno ai 2.500 metri. Venti deboli.

Camunia Rally da record: 120 iscritti per la settima edizione

Camunia Rally da record: 120 iscritti per la settima edizione

Sono numeri che testimoniano una voglia di ripartenza, quelli comunicati da New Turbomark e relativi al Camunia Rally, giunto alla settima edizione e previsto per il fine settimana del 15 e 16 maggio prossimi. Al 5 maggio, data di chiusura delle iscrizioni, erano ben 120 le domande di partecipazione alla corsa che vedrà come location principale Breno.

Un numero ben al di sopra degli 86 iscritti all’edizione 2019, l’ultima che si è tenuta. Sarà un fine settimana ricco di nomi di protagonisti locali e non del mondo del rally: tra questi, Ilario Bondioni (a bordo della sua Skoda Fabia R5), vincitore dell’ultima edizione, e Felice Ducoli. Oltre a loro, vedremo anche Andrea Spataro da Varese, Claudio De Cecco da Udine, Flavio Zambon da Verona e Gianluca Varisto dalla Valtellina. La quota estera sarà invece rappresentata da Erik Cais, proveniente dalla Repubblica Ceca.

NUMERI ROBOANTI PER IL CAMUNIA RALLY 2021La corsa organizzata dalla New Turbomark ha già raggiunto le 120 adesioni ed …

Posted by Camunia Rally on Tuesday, May 4, 2021

“Ci siamo riscattati con un numero decisamente più corposo che gestiremo anche grazie all’apporto di tutte le squadre ed unità locali volte a presidiare logistica e sicurezza”, ha commentato Claudio Zagami, che insieme al fratello Giuseppe è responsabile dell’organizzazione.

Il programma della manifestazione prevede sabato due passi della Prova Speciale Sisem, di cui uno al buio, da Breno a Bienno, mentre domenica le Prove Speciali di Astrio e Valsaviore, anch’esse ripetute per due volte.

Viabilità, lavori in vista per la Sp5 e la Sp345 delle Tre Valli

Viabilità, lavori in vista per la Sp5 e la Sp345 delle Tre Valli

Potrebbero esserci buone notizie per i lavori sulla Provinciale 5 Paline-Val di Scalve, che da fine febbraio è chiusa per problemi al muro di contenimento. Rispondendo ad una lettera inviata dalla Comunità montana di Scalve, il Broletto aveva annunciato l’avvio del cantiere per martedì. In realtà, i lavori non sono ancora cominciati, ma sarebbe questione di ore.

Un intervento che i bornesi attendono con ansia, dal momento che la strada è percorsa da chi lavora in Val di Scalve e, viceversa, dagli scalvini impegnati in terra bornese, ora costretti ad allungare il proprio tragitto, fino a percorrere una quarantina di chilometri invece dei soliti quindici.

Qualcosa si starebbe muovendo anche sulla Strada Provincia 345 delle Tre Valli, chiusa nel tratto tra Bazena e Campolaro: nelle ore scorse sarebbe infatti stato portato in zona un compressore, segno di una partenza imminente delle opere di sistemazione della strada e risultato di quanto detto durante una videoconferenza tra soggetti camuni e bresciani coinvolti, in cui sarebbe stato dato il via libera al finanziamento da 390mila euro circa per la posa di reti paramassi, pulizia della strada e del versante roccioso.

Frana di Tavernola Bergamasca, aperto un fascicolo esplorativo

Frana di Tavernola Bergamasca, aperto un fascicolo esplorativo

Nei giorni scorsi i carabinieri del Noe di Brescia hanno raggiunto il Municipio di Tavernola Bergamasca ed il cementificio Italsacchi per acquisire delle documentazioni in merito ad un’inchiesta che è stata aperta sulla frana del Monte Saresano che incombe sul lago d’Iseo.

Un fascicolo esplorativo, senza ipotesi di reato, che sta prediligendo la raccolta di informazioni su rischi e piani d’intervento: massima collaborazione da parte del Comune e del cementificio, che mantengono stretto riserbo sul materiale che è stato prelevato.

Gli accertamenti sarebbero però volti a capire quanto la consapevolezza dell’esistenza fin dagli Anni Settanta di un movimento franoso abbia influito sul rilascio delle concessioni. L’attenzione è dunque posta sui rischi di un’eventuale frana e sui piani di prevenzione: anche per questo in Prefettura sono giunte le carte sui piani di studio e di intervento finanziati dalla Regione.

Intanto, a breve saranno installate delle reti paramassi a protezione del raccordo sottostante il monte, lavori attesi a Parzanica perché consentiranno un’apertura totale della strada, ora accessibile solo in determinate fasce orarie.