Necrologi del 3 dicembre 2020

Necrologi del 3 dicembre 2020

I funerali del 3 dicembre

PROVAGLIO D’ISEO

Elisabetta Turelli (ved. Gavazzi), 90 anni, funerali alle 15:00 nella chiesa parrocchiale, partendo alle 14:45 dalla casa funeraria di Iseo

Previsioni del tempo di giovedì 3 dicembre 2020

Cielo nuvoloso, con probabilità di precipitazioni deboli soprattutto al mattino e di rovesci nevosi intorno ai 700/900 metri. Temperature minime in calo a -2 gradi, massime stazionarie a 3 gradi. Zero termico intorno a 1.000 metri. Venti deboli.

Calcio, slitta di una settimana la ripresa della serie D: il Breno in campo il 13 dicembre

Calcio, slitta di una settimana la ripresa della serie D: il Breno in campo il 13 dicembre

Per il Breno di Mario Tacchinardi questo Campionato sarà sicuramente ricordato anche per i numerosi rinvii che la squadra camuna sta affrontando in questa settimane. L’ultimo riguarda la ripresa delle gare, cosa che va a toccare in realtà tutte le squadre di serie D.

Se inizialmente, infatti, era stata fissata la data del 6 dicembre per la ripresa del Campionato, con le partite della settima giornata, la Lega Nazionale Dilettanti ha invece optato per un rinvio di una settimana. Si tornerà in campo, quindi, il 13 dicembre.

Il 6 dicembre sarà così dedicato ai recuperi: avendo il Breno già disputato le due partite precedentemente rinviate contro la Tritium ed il Crema, i granata dovranno aspettare una settimana per tornare a giocare. Il 13 dicembre per il Breno sarà la volta di affrontare, in casa, il NibionnOggionno, ora ottavo in classifica. I camuni sono invece tredicesimi, con cinque punti.

Nasce il Museo della Diga del Gleno

Nasce il Museo della Diga del Gleno

La Regione Lombardia e la Comunità Montana della Val di Scalve realizzeranno un Museo dedicato alla diga del Gleno. La notizia è stata data in occasione del 97esimo anniversario del disastro, avvenuto il 1° dicembre 1923, quando la diga, da poco ultimata, crollò, riversando sei milioni di metri cubi verso il lago d’Iseo e travolgendo borghi e Comuni: i morti accertati furono 356.

Lo schema di convenzione tra Pirellone e Comunità Montana è stato approvato dalla Giunta regionale: proprio l’ente della Val di Scalve si è impegnato a recuperare un immobile con destinazione museale, al cui esterno sarà realizzata una palestra di roccia, con un anfiteatro per gli spettatori. Un milione di euro l’investimento a carico di Regione Lombardia per i lavori di recupero, che dureranno due anni: l’obiettivo è inaugurare il Museo nel 2023, in occasione del centenario della tragedia, nonché anno in cui Brescia e Bergamo saranno Capitali della Cultura.

“Un doveroso atto di memoria e di cordoglio collettivo”, ha commentato Stefano Bruno Galli, assessore regionale all’Autonomia ed alla Cultura, “anche gli eventi luttuosi, che scandiscono le vicende delle comunità, devono essere ricordati per fare i conti con la storia e con il passato”.

Accordo dipendenti – Asst, rientra la stato di agitazione ad Esine

Accordo dipendenti – Asst, rientra la stato di agitazione ad Esine

Si è conclusa con un accordo tra le parti la vicenda che ha visto nei giorni scorsi (e per la prima volta) il personale dell’ospedale di Esine dichiarare lo stato di agitazione. Il motivo era il mancato rispetto da parte dell’Asst dell’accordo sottoscritto nel febbraio scorso con cui i dipendente avrebbero dovuto ricevere le progressioni economiche orizzontali (peo) nel mese di novembre, per un totale di 640mila euro.

Fondi che però non sono arrivati, dal momento che i revisori dei conti hanno constatato la difficoltà nel concedere la peo a più del 50% del personale in un anno, basandosi su un parere non vincolante del Ministero. Dopo la dichiarazione dello stato di agitazione, le due parti hanno incontrato il Prefetto mercoledì scorso, per una conciliazione.

Da lì il dialogo è ripartito, fino ad arrivare all’intesa siglata lunedì scorso: l’accordo prevede lattribuzione su base biennale (a dicembre 2020 ed a gennaio 2021) delle peo ai dipendenti già utilmente collocati nella graduatoria ritualmente stilata. L’accordo, inoltre, assicura con la mensilità di dicembre una quota di retribuzione premiale (ex produttività), secondo le modalità già previste dal contratto integrativo formalizzato.

La soluzione, comunica l’Asst, “consente, dopo un decennio, un rilevante e duraturo riconoscimento della professionialità degli operatori della sanità camuna, tanto più significativo in un momento, come quello dell’emergenza epidemiologica, di grande impegno e dedizione”. Da parte dei sindacati, però, non sarebbero mancati dei malumori per un’intensa che non li avrebbe del tutto soddisfatti.