Minori con disabilità: alla Pia Fondazione nasce “Il Melograno”

Minori con disabilità: alla Pia Fondazione nasce “Il Melograno”

La Pia Fondazione di Vallecamonica ha inaugurato il centro di riabilitazione ciclo diurno continuo (cdc) per minori con disabilità. È stato battezzato “Il Melograno”, sarà attivo cinque giorni alla settimana e potrà ospitare fino a 14 ragazzi.

L’intento sarà quello di farli crescere nella prospettiva di una progressiva e costante presa in carico, in modo da sviluppare le loro capacità e potenzialità personali attraverso attività educative e riabilitative. Erano già sei anni che nella struttura di Malegno era attivo in via sperimentale un centro diurno per bambini disabili. Grazie alla collaborazione tra ATS della Montagna, istituzioni locali e Regione Lombardia, il servizio è stato finalmente riconosciuto e accreditato.

Sarà un’équipe costituita da operatori sanitari, educativi e assistenziali a seguire gli utenti e a garantire la presa in carico e l’elaborazione e attuazione di un progetto individualizzato per ogni utente.

Dopo il Centro diurno e il sevizio di housing sociale, inaugurati soltanto quest’estate, ecco un nuovo tassello che si aggiunge per la storica realtà ubicata tra Malegno e Cividate Camuno. L’inaugurazione ufficiale alla presenza delle autorità è avvenuta venerdì pomeriggio.

Prima del taglio del nastro si è svolto un convegno al quale sono intervenuti, coordinati da Rossella Zanotti, direttore sociale della Pia Fondazione, il direttore generale Galavotti e il direttore sociosanitario Gagliardo dell’ATS della Montagna, Angelo Lascioli, che ha approfondito il tema del prendersi cura della disabilità, Stefano Sandrinelli, presidente della Pia Fondazione, che ha parlato delle nuove sfide che attendono la Onlus, affiancato dagli operatori che hanno spiegato nel dettaglio come funziona il servizio de “Il Melograno”.

Medaglie d’onore a 29 camuni nella Giornata della Memoria

Medaglie d’onore a 29 camuni nella Giornata della Memoria

Il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

A Brescia la giornata di lunedì si aprirà alle 8:30, all’auditorium San Barnaba, con la consegna, da parte del prefetto Attilio Visconti, delle medaglie d’onore ai deportati e internati nei lager nazisti di Brescia e provincia, alla presenza del sindaco della città Emilio Del Bono.

Ben 48 i riconoscimenti conferiti dal Presidente della Repubblica ai bresciani, dei quali 29 camuni. Poiché sono tutti scomparsi, a rititrare le medaglie d’onore ci saranno i loro famigliari.

L’alto numero di insigniti camuni è da attribuire all’impegno dell’Anei di Vallecamonica, in prima linea nella ricerca dei nomi di coloro che dalla Valle vennero deportati nei campi di prigionia. Furono più di duemila i militari camuni rinchiusi nei lager nazisti, secondo le ricerche condotte finora dall’associazione.

A tal proposito l’Anei camuna sta cercando di sensibilizzare il più possibile i cittadini, affinchè alla maggior parte di loro arrivi un riconoscimento, organizzando degli incontri nei paesi. Il prossimo si terrà proprio lunedì sera a Cedegolo, dove, secondo una ricerca, gli internati militari del comune superano i 35 ma finora solo due di essi hanno ricevuto la medaglia d’onore. Tra loro c’è ancora un vivente: il decano Stefano Maffeis. Appuntamento alle 20:30 con Fabio Branchi nella sala polivalente di Grevo.

Calcio, una domenica di sconfitte per le squadre camune

Calcio, una domenica di sconfitte per le squadre camune

Trasferta amara per il Breno, che perde 1-0  sul campo del Progresso, che all’andata aveva battuto con ben 4 reti. Un rigore messo a segno da Gulinatti ha determinato la partita, iniziata con 20 minuti di ritardo per consentire all’arbitro di valutare le condizioni del terreno di gioco, al limite della praticabilità.

In Eccellenza il Darfo viene sconfitto anche in casa: finisce 0-1 con la Governolese. La cura Inversini non sembra dare i risultati sperati.

Non se la passa meglio, in Promozione, il SGB Bienno, battuto 0-1 al Cerreto dal Borgosatollo.

Male in Prima categoria per il Sellero Novelle, che torna sconfitto 1-0 da Almè.

Sull’onda dei flop di questa domenica anche la Nuova Camunia, in Seconda categoria, battuta 2-1 dal Real Rovato. Segnano Paroletti, Consoli e Speriani. Rimedia un punticino la capolista Piancamuno: 2-2 il risultato a Concesio (doppietta di Loiacono da una parte, Pasqua e Poiatti dall’altra).

Sono tornate in campo dopo la lunga pausa invernale anche le squadre di Terza. L’Eden Esine deve fare un passo indietro, sconfitta 2-1 dal Capriolo, mentre l’Orsa Iseo rimedia ulteriori 3 punti a Rudiano e si conferma capolista (1-2 il risultato).

Vione, si allontana dopo lo schianto in auto

Vione, si allontana dopo lo schianto in auto

Si schianta in auto e poi si allontana. E’ successo nella serata di sabato a Vione, lungo al ss42. Mancavano pochi minuti alle 22:00 quando un uomo di nazionalità russa è uscito di strada in località Stadolina.

Dagli accertamenti ha fatto tutto da solo, provocando gravi danni alla vettura. L’uomo si è quindi allontanato dal luogo dell’incidente per paura del ritiro della patente.

Il veicolo è stato però segnalato alle forze dell’ordine, che l’hanno rintracciato e contravvenzionato per fuga. Nel frattempo era stata allertata anche un’ambulanza, guinta a Vione dall’ospedale di Edolo in codice rosso e rientrata dopo aver medicato l’uomo sul posto.

Sono intervenuti i carabinieri della stazione di Cedegolo, che si stanno occupando del caso.