Più rock meno broc Intervista a Giovanbattista Polonioli, sindaco di Cimbergo

Più rock meno broc Intervista a Giovanbattista Polonioli, sindaco di Cimbergo

Più rock meno broc

Intervista a Giovanbattista Polonioli, sindaco di Cimbergo

Domenica 5 dicembre 2021

Una nuova striscia dedicata all’attualità e all’informazione locale nel palinsesto di Radio Voce Camuna: racconterà la vita amministrativa dei paesi della Vallecamonica attraverso le voci di alcuni sindaci – intervistati da Linda Bressanelli – intervallate da brani di musica rock. Il programma andrà in onda di domenica alle 11:00.

Il nuovo ospite di Più rock meno broc è il sindaco di Cimbergo Giovanbattista Polonioli. In carica dal 2019, guida uno dei paesi più piccoli della Vallecamonica. Le difficoltà rimangono, anzi si amplificano considerate le poche risorse. Un paese che conta sempre più anziani tra i residenti: ecco perchè tra gli argomenti si è parlato dello spopolamento e dei servizi da offrire ai cittadini. Passando alle opere pubbliche si è toccato l’argomento del campanile, ancora da riparare dopo la caduta di una campana. Una spesa ingente per il Comune. Il messaggio finale ha commosso il sindaco, una sorta di dichiarazione d’amore al suo paese.

 Per ascoltare l’intervista clicca qui sotto!

 

 

Ascolta il podcast con l’intervista

piu rock meno broc

Previsioni del tempo di sabato 4 dicembre 2021

Cielo da irregolarmente nuvoloso a nuvoloso, precipitazioni molto deboli irregolari nel corso della giornata sui rilievi, quota neve a 800 metri. Temperature in calo: tra -3 e -1 °C, massime tra 5 e 7 °C.. Zero termico tra 900 e 1200 metri. Venti deboli.

Associazioni sportive in difficoltà, il Comune di Pisogne tende la mano con un bando

Associazioni sportive in difficoltà, il Comune di Pisogne tende la mano con un bando

L’Amministrazione comunale di Pisogne ha emanato un bando rivolto alle società sportive del paese, mettendo a disposizione 32mila euro a fondo perduto. Alla luce degli stop dovuti al lockdown e alle restrizioni, tante realtà sportive hanno visto la loro attività praticamente azzerata.

A ogni realtà con sede legale nel comune lacustre andranno 500euro, ma 250 euro potranno essere assegnati anche a quelle con sede in altri paesi che lavorano sul territorio pisognese.

Sarà inoltre calcolata una quota variabile in base al numero complessivo di atleti, fino a un massimo di cento iscritti.

L’importo massimo erogabile non potrà comunque superare i 5mila euro. Nella domanda le singole asd o ssd dovranno attestare d’avere subito una riduzione di entrate nel periodo dal primo gennaio 2020 al 31 ottobre 2021 rispetto al biennio precedente.

Le richieste dovranno essere compilate sull’apposito modulo e inviate entro il 10dicembre all’ufficio Protocollo in municipio. Il bando è su www.comune.pisogne.bs.it

La camuna Biogei Cosmetici spicca tra le aziende bresciane che hanno ricevuto l’Oscar dei Bilanci

La camuna Biogei Cosmetici spicca tra le aziende bresciane che hanno ricevuto l’Oscar dei Bilanci

Settima edizione per gli Oscar dei Bilanci, che ha visto la premiazione delle migliori aziende bresciane sulla base dell’analisi dei Bilanci 2020.

Giovedì la serata di gala ha visto protagoniste sei imprese del territorio che nell’ultimo triennio si sono distinte per i loro eccellenti risultati economici, oltre alla presentazione della maxi analisi Inserto Bilanci firmato da Giornale di Brescia e curato dal professor Claudio Teodori dell’Università degli Studi di Brescia.

Tra i premiati spicca un’azienda camuna, la Biogei Cosmetici. La società di Piancamuno guidata da Maria Grazia Adorno e dal marito Giuseppe Giovannelli ha sostenuto una crescita vertiginosa negli ultimi anni, grazie all’impennata del commercio online.

“Il fatturato del 2020 ammonta a 12,9 milioni di euro, l’Ebitda (o Margine operativo lordo) equivale al 62,5% dei ricavi e l’utile di esercizio è di 5,93 milioni. L’azienda produce cosmetici naturali e vanta anche un Rapporto di indebitamento molto contenuto (0,3) e un Roi, l’indice che esprime il ritorno degli investimenti pari al 51,7%”, riporta il Giornale di Brescia spiegando le motivazioni che hanno portato la coppia di imprenditori camuni a ricevere l’Oscar insieme ad altre 5 aziende sparse sul territorio bresciano.

È stata proprio Maria Grazia Adorno a salire per prima sul palco del San Barnaba, dove si è svolta la cerimonia di consegna degli speciali Oscar, durante la quale è stato sottolineato come l’economia bresciana, nonostante la crisi e la pandemia, si distingua per solidità patrimoniale e finanziaria.