Necrologi del 5 agosto 2021

Necrologi del 5 agosto 2021

I funerali del 5 agosto

MAZZUNNO DI ANGOLO TERME

Domenica Minini (ved. Maisetti), 93 anni, funerali alle 15:00 nella chiesa parrocchiale, partendo dall’abitazione di via San Bartolomeo;

ERBANNO DI DARFO

Simone Pedersoli, 87 anni, funerali alle 17:00 presso il cimitero, senza corteo;

ISEO

Maria Soldi (ved. Consoli), 95 anni, funerali alle 15:00 nella chiesa parrocchiale, partendo alle 14:45 dalla casa funeraria Damiolini in via Ninfea.

Previsioni del tempo di giovedì 5 agosto 2021

Cielo irregolarmente nuvoloso al mattino con precipitazioni in esaurimento dalla tarda mattinata; dal primo pomeriggio schiarite, poi fino a poco nuvoloso ovunque. Temperature minime stazionarie o in lieve diminuzione a 18 °C, massime intorno a 28 °C. Zero termico: tra 3400 e 3700 metri. Venti da deboli a moderati.

Elezioni amministrative il 3 e 4 ottobre, in Valle 8 Comuni si preparano alla campagna elettorale

Elezioni amministrative il 3 e 4 ottobre, in Valle 8 Comuni si preparano alla campagna elettorale

Le elezioni amministrative si svolgeranno domenica 3 e lunedì 4 ottobre: il ministro dell’interno ha adottato il decreto che fissa la data, dopo il rinvio avvenuto a maggio per l’emergenza sanitaria.

Sono otto i Comuni della Vallecamonica interessati, e che ora entreranno nel vivo della campagna elettorale: Artogne, paese guidato da 5 anni da Barbara Bonicelli e dalla lista legata alla Lega Nord, in cui la sindaca potrebbe ricandidarsi. Bienno, dove invece Massimo Maugeri, sindaco dal 2011, non si potrà più ricandidare. La sua lista si ripresenterà con un nuovo leader: l’attuale vice Ottavio Bettoni. Non è dato sapere se ci saranno liste avversarie.

Esine, altro Comune chiamato al voto, potrebbe vedere di nuovo in lizza Emanuele Moraschini, eletto alla scorsa tornata elettorale nel 2016.
Anche il sindaco di Incudine Bruno Serini termina il suo secondo mandato, ma l’esiguo numero di abitanti del paese che amministra, per legge, gli premetterebbe di candidarsi per la terza volta consecutiva.

Losine deve tornare alle urne: nel 2016 era stato eletto il sindaco Mario Chiappini con la lista civica Cresciamo Insieme, che si ripresenterà. A Ono San Pietro la prima cittadina Elena Broggi, in carica dal 2006, deve cedere lo scettro. La sua lista ha già un altro candidato sindaco: Fiorenzo Formentelli.

Ossimo potrebbe vedere la ricandidatura di Cristian Farisè per la terza volta. A Pian Camuno Giorgio Ramazzini, eletto nel 2016 con la lista Orizzonte Pian Camuno, potrà tentare un altro mandato.

Cevo, si chiude la storia infinita della galleria paramassi di località Valzelli

Cevo, si chiude la storia infinita della galleria paramassi di località Valzelli

Sono finalmente terminati a Cevo i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza del versante in località Valzelli. Un progetto realizzato in seguito all’importante frana del dicembre 2009 lungo la strada provinciale 84, che isolò la Valsaviore obbligando per lunghe settimane i residenti ad utilizzare la viabilità alternativa. Da tempo la zona era (ed è) soggetta a dissesti e da quell’evento i geologi e le amministrazioni iniziarono a pensare alla realizzazione di una galleria artificiale lungo la “Berzo Demo – Cevo”, precisamente all’altezza del chilometro 7, in comune di Cevo.

Proprio l’ente guidato da Silvio Citroni, nel 2012, riuscì a ottenere 3 milioni di euro sui fondi ex Odi dei Comuni di Confine per il progetto. Burocrazia, intoppi, crisi e più recentemente il lockdown hanno prolungato l’iter di realizzazione.

La ditta Fratelli Trentini ha terminato proprio in questi giorni tutti i lavori. Il progetto, del costo complessivo di 4milioni di euro, ha visto la realizzazione di tre differenti opere: una galleria paramassi della lunghezza di 60 metri, sovrastata da terre armate, la messa in sicurezza del versante tramite la posa di più di mille metri quadri di rete paramassi e di una barriera paramassi.

Realizzati anche un marciapiede a sbalzo in acciaio, della lunghezza di 350 metri e un sottopasso stradale per l’attraversamento della fauna selvatica. Per l’esecuzione, hanno ricapitolato dall’impresa, si è resa necessaria la trivellazione di più di 5mila metri di roccia per la realizzazione di micropali e tiranti, oltre che la posa di 160mila kg di acciaio d’armatura. I due tronchi di barriera paramassi sono tra i pochi esempi installati in Italia, per la loro elevata capacità di assorbimento di energia.

Visite ai degenti: di nuovo possibili da giovedì negli Ospedali di Esine e di Edolo con il Green Pass

Visite ai degenti: di nuovo possibili da giovedì negli Ospedali di Esine e di Edolo con il Green Pass

Da giovedì 5 agosto gli Ospedali di Esine e di Edolo, dopo la lunga chiusura, disposta nel marzo 2020 in ragione del manifestarsi dell’emergenza Covid, riaprono alle visite ai degenti.

L’accesso è consentito a coloro che sono muniti di Green Pass, ovvero la certificazione che attesti: l’avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, al termine del prescritto ciclo (con validità di 9 mesi); l’avvenuta somministrazione della prima dose della vaccinazione anti-SARS-CoV-2 (con validità dal quindicesimo giorno successivo alla somministrazione fino alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale); l’avvenuta guarigione da COVID -19 (con validità di 6 mesi a far data dall’avvenuta guarigione); l’effettuazione di test antigenico rapido o molecolare con esito negativo a virus SARS-coV-2 (con validità 48 ore).

Pertanto, parenti, congiunti o conoscenti che intendono accedere per la visita ai due presìdi ospedalieri devono presentarsi per l’accesso al consueto orario di visita (dalle 13:00 alle 14:00 e dalle 19:15 alle 20:00 di tutti i giorni) muniti del certificato verde, o in formato cartaceo o digitale (su cellulare o simili) e di un documento valido di identità. Agli accessi il personale provvederà alla verifica del possesso del certificato e della relativa validità. Ulteriori controlli sono previsti all’accesso ai reparti di degenza.

La Direzione Generale del’Asst rende noto che, ai fini preventivi e di contenimento del numero di presenti nelle stanze di degenza, la possibilità di accesso sarà limitata ad un visitatore per ogni persona ricoverata.
“La visita ai degenti rappresenta, dopo un lungo periodo di limitazioni, una grande opportunità per assicurare, accanto alle cure prestate in ambito ospedaliero, anche vicinanza e sostegno ai propri cari ricoverati” aggiunge la nota dell’Asst, che confida nel fatto che congiunti e conoscenti adottino comportamenti rispettosi delle misure di prevenzione ancora vigenti.

All’indirizzo https://www.dgc.gov.it/web/ le modalità per ogni cittadino per ottenere celermente la certificazione verde.