Montecampione. Va a sciare con il green pass del fratello, 60enne scoperto dalla Polizia

Montecampione. Va a sciare con il green pass del fratello, 60enne scoperto dalla Polizia

Una pattuglia di agenti della Questura di Brescia di servizio sulle piste di Montecampione anche per controllare green pass e copertura assicurativa degli sciatori (necessari per accedere agli impianti di risalita) tra i numerosi accertamenti svolti ha individuato un 60enne bresciano che stava per salire sulla seggiovia dell’impianto di risalita esibendo carta di identità e il green pass di suo fratello.

I poliziotti, avendo sospetti sulla regolarità e la validità del documento sanitario esibito hanno appurato che l’identità della persona controllata non corrispondeva alla titolarità della certificazione sanitaria, apparentemente valida ma appartenente al fratello dell’uomo.

Il 60enne è stato immediatamente sanzionato per l’illecito amministrativo in quanto sprovvisto del green pass obbligatorio e dovrà così corrispondere una multa pari a 400 euro più 100 euro per il comportamento e la mancata assicurazione. Immediato anche l’allontanamento dalle piste.

Avendo aggirato la normativa emergenziale in vigore, sono in fase di ultimazione gli approfondimenti investigativi per procedere alla denuncia dello sciatore alla Procura della Repubblica di Brescia, ipotizzando il reato di sostituzione di persona.

Un corso di archivistica in quattro incontri con il Circolo Ghislandi

Un corso di archivistica in quattro incontri con il Circolo Ghislandi

Il Circolo Culturale Guglielmo Ghislandi organizza un ciclo seminariale per apprendere i primi fondamenti di archivistica, con gli archivisti della cooperativa Il Leggio, Simone Signaroli e Pamela Viola.

Quattro gli incontri che si terranno nella sede dell’archivio storico “Riccio Vangelisti” di Cividate Camuno. Si parte il 21 gennaio dalle 15:00 alle 17:00, quando i due relatori interverranno su “Lineamenti di storia degli archivi e delle biblioteche” e il 28 gennaio si passerà a “Lineamenti di storia degli archivi e delle biblioteche e l’introduzione all’archivistica”

Il 4 e l’11 febbraio seguiranno delle esercitazioni pratiche su documenti dell’archivio dello stesso Circolo con l’utilizzo dei software per l’inventariazione.

Le serate di Borno Ski Area dedicate allo scialpinismo sono il martedì e il giovedì

Le serate di Borno Ski Area dedicate allo scialpinismo sono il martedì e il giovedì

Mentre si continua a sciare sulle piste di Borno Ski area, la società ha confermato le serate dedicate agli scialpinisti: il martedì e il giovedì dalle 16:30 alle 22:00, in modo da permettere ai gatti delle nevi di lavorare e agli appassionati di risalire le piste Ogne e Pian d’Aprile in tutta sicurezza.

Dopo un buon avvio nella prima parte della stagione, il comprensorio bornese aveva deciso di sospendere temporaneamente lo scialpinismo nel corso del periodo natalizio, per riservarlo ai turisti e agli sciatori.

Dall’11 gennaio è di nuovo possibile risalire le piste con le pelli di foca e in queste sere di plenilunio è ancora più suggestivo. Come sempre c’è la possibilità di cenare al rifugio Monte Altissimo, che resterà aperto per l’occasione.

Boario Terme, 5 espulsioni dopo la retata negli stabili abbandonati

Boario Terme, 5 espulsioni dopo la retata negli stabili abbandonati

Emergono nuovi dettagli riguardanti l’operazione svolta dai carabinieri della Compagnia di Breno in collaborazione con la Polizia locale di Darfo Boario Terme lunedì mattina, un maxi controllo finalizzato al contrasto dell’immigrazione clandestina.

Sette le persone di origine tunisina prelevate da diversi stabili abbandonati della cittadina termale e portate in caserma, tra cui un minorenne di 15 anni, tutti risultati sprovvisti di permesso di soggiorno o altro documento di identità.

Dopo le procedure di foto segnalamento e riscontro delle impronte digitali, cinque di loro sono stati accompagnati presso il Centro per i rimpatri di Gradisca di Isonzo e nei loro confronti è stata attivata l’espulsione dal territorio nazionale.

Il minore è stato affidato a un familiare, mentre il settimo di loro è risultato essere in possesso di un provvedimento di sospensione dell’espulsione.

Le zone di Darfo Boario Terme setacciate dai militari, anche a seguito delle segnalazioni dei residenti, sono state quella dell’ex asilo del Cappellino, dell’albergo Bassini, di uno stabile abbandonato in Corso Lepetit e del Parco del Paracadutista di Boario. Le forze dell’ordine procederanno con ulteriori controlli nelle prossime settimane.

Zona arancione, rischio allontanato: la Regione aumenta i letti in area critica

Zona arancione, rischio allontanato: la Regione aumenta i letti in area critica

Il rischio della zona arancione si allontana quasi sicuramente di una settimana, o forse potrà essere evitato. Se da una parte la pressione sulle terapie intensive – l’unico parametro che mantiene la Lombardia in zona gialla – è invariata da tre giorni, contemporaneamente la Regione ha aumentato il numero di posti letto disponibili in area critica, con la conseguenza matematica di una frenata del tasso di occupazione. La saturazione è dunque adesso al 14,75%, per non passare in zona arancione occorre rimanere sotto il 20%.
Il tasso di positività intanto è precipitato all’11,85% e si è registrato un nuovo boom di guariti.

Il Consiglio regionale della Lombardia ha tra l’altro approvato ieri la mozione congiunta presentata dal Movimento 5 stelle che chiedeva l’estensione del servizio tamponi alle parafarmacie.

Nei prossimi giorni sarà emessa una disposizione che renderà ufficiale l’ampliamento dell’offerta di test antigenici per i cittadini: non solo punti tampone in Ats e farmacie, ma anche parafarmacie.

Un servizio sempre più necessario con la riapertura delle scuole del 10 gennaio e l’alto contagio della quarta ondata, che ha portato in queste settimane a un aumento della richiesta di tamponi, soprattutto sugli alunni contatto di positivo all’interno della classe. Una mole di lavoro per le farmacie, anche in Vallecamonica, dove sono una ventina quelle che eseguono il servizio.