Croce di Salven, un fulmine uccide sei mucche gravide

Croce di Salven, un fulmine uccide sei mucche gravide

A Croce di Salven di Borno sei mucche gravide di una mandria dell’azienda agricola Magnolini sono state colpite e uccise da un fulmine mentre stavano pascolando in un prato.

E’ successo domenica pomeriggio: all’arrivo del temporale si sono riparate sotto un albero come fanno abitualmente e sei di esse hanno trovato la morte.

In tutto erano 27 i capi dell’allevatore Silvano Magnolini che stavano pascolando all’aperto, scesi solo la scorsa settimana dall’alpeggio, in attesa di tornare a Borno per la festa delle Transumanza di domenica prossima.

Il veterinario accerterà la morte degli animali, poi un’impresa specializzata procederà con le operazioni di rimozione e smaltimento delle carcasse, tutto a carico dell’allevamento che ha subito il danno. Per la famiglia Magnolini una perdita che rappresenta il lavoro di una stagione.

Malonno dopo il maltempo fa la conta dei danni e chiede il pronto intervento alla Regione

Malonno dopo il maltempo fa la conta dei danni e chiede il pronto intervento alla Regione

Il maltempo preannunciato per il fine settimana si è abbattuto sulla Vallecamonica dalla serata di sabato per proseguire con un’altra perturbazione domenica pomeriggio. Tra di danni registrati, sicuramente i più ingenti sono quelli conseguenti all’evento meteorologico abbattutosi su Malonno, con l’esondazione del Torrente Cole su Via San Lorenzo.

Qui, poco dopo la mezzanotte tra sabato e domenica, sono dovuti intervenire i volontari della Protezione Civile di Malonno e del distaccamento dei volontari di Edolo dei Vigili del Fuoco, che hanno lavorato un paio d’ore per liberare la griglia del torrente dall’ostruzione e ripristinare il deflusso del corso d’acqua.

In particolare è stata constatata la presenza di materiale detritico nella briglia selettiva presente a monte della strada. Anche le briglie superiori, situate nella frazione di Moscio, sono state completamente riempite dai detriti. A causa dell’esondazione del Cole l’acqua ha invaso lo stabile della scuola materna Annunciata Cocchetti, oltre che gli scantinati di due stabili adiacenti e alcune abitazioni più a valle.

Dopo aver provveduto a far fronte alle criticità più urgenti, domenica mattina, con la luce del giorno, i tecnici comunali hanno constatato che gli eventi alluvionali non avevano interessato solo il Torrente Cole ma anche il Torrente Vallaro e la Valle di Lava. Anche in questi casi le criticità sono da attribuire al materiale detritico nelle briglie. Il Comune ha chiuso al transito la strada di collegamento con Vent, poichè il materiale fuoriuscito dalla briglia occupa parte della sede stradale.

Eseguiti già domenica pomeriggio i primi interventi di pulizia, mentre lunedì mattina gli Uffici comunali inoltreranno le richieste di pronto intervento all’Utr di Regione Lombardia.

Calcio, debutto sotto la pioggia: sospesa Vis Nova – Breno

Calcio, debutto sotto la pioggia: sospesa Vis Nova – Breno

Debutto bagnato per l’Us Breno, tanto che la partita della prima giornata di campionato contro la Vis Nova è stata sospesa al 18′ per l’acquazzone abbattutosi su Giussano, che ha reso impraticabile il campo. Il Breno si trovava già in vantaggio 1-0, grazie al gol messo a segno da Triglia appena dopo il fischio d’inizio.

Anche le altre squadre hanno fatto i conti con il maltempo, ma hanno potuto giocare. In Eccellenza il Darfo ha chiuso 0-0 in casa contro il Ciliverghe e ha messo da parte il primo punto della stagione.

A Piancamuno vittoria al Santa Giulia per i galletti grazie alla doppietta di Filippi contro il Villongo. 2-1 il risultato finale e primi tre punti per i camuni di Prima categoria.

In Seconda il Bienno ha vinto 1-4 a Rovato, con la doppietta di Felappi (un rigore) e le reti di Bettoni e Murra.
A Paitone l’Eden Esine fa 5 gol, con la doppietta di Menolfi, poi Guarinoni, Taboni e un’autorete.
Inizia male in casa invece la Nuova Camunia, battuta dal Sant’Andrea 1-2.

La Diocesi di Brescia: Green Pass per ministri e consacrati, catechisti ed operatori di oratori e parrocchie

La Diocesi di Brescia: Green Pass per ministri e consacrati, catechisti ed operatori di oratori e parrocchie

I Vescovi Lombardi, riuniti il 15 e il 16 settembre a Caravaggio per la Conferenza Episcopale Lombarda, hanno stabilito che nessuno debba costituire un pericolo sanitario per le persone fragili negli ambienti ecclesiali. Anche la Diocesi di Brescia ha accolto questo invito per proseguire l’attività pastorale nel rispetto sempre più rigoroso della normativa igienico-sanitaria.

Ecco perché il Vescovo Pierantonio considera doveroso che tutti i ministri ordinati siano vaccinati contro il Covid, come segno di singolare rispetto della vita altrui e che tutti i consacrati, i catechisti, gli educatori e gli operatori di oratori e parrocchie, per prestare il proprio servizio educativo, siano in possesso del Green Pass in corso di validità.

Al fine di semplificare le procedure di verifica dei Green Pass è stata predisposta dalla Diocesi una “Autodichiarazione sulle Condizioni di Salute” da compilare in forma scritta, ma, in caso di controllo, sarà necessario avere con sé il Green Pass stesso.

Il possesso del Green Pass non è previsto per i bambini sotto i 12 anni e non è necessario per i ragazzi e gli adolescenti che frequentano i percorsi ordinari, sebbene la Diocesi ricordi che alcune attività a loro dedicate lo richiedano. Per tutti i minorenni che partecipano ad attività periodiche (catechesi, doposcuola, laboratori, gruppi…) è prevista la compilazione del patto di corresponsabilità con le famiglie, in cui vengono illustrate le misure di prevenzione da rischio di contagio adottate dalla Parrocchia e i comportamenti richiesti.

Il possesso del Green Pass è obbligatorio anche per gli educatori di servizi quali CAG, doposcuola, per tutto il personale assunto dalla Parrocchia e per tutti coloro che prestano servizio con persone fragili o malate (anziani, persone immunodepresse, disabili…). Altresì tale possesso è obbligatorio per tutti gli operatori dell’oratorio come catechisti, volontari, baristi…

In oratorio è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. L’attività sportiva in luoghi chiusi (allenamenti o partite) sarà possibile anche nei locali delle parrocchie mostrando il Green Pass all’accesso. A sua volta il pubblico che parteciperà alle manifestazioni sportive dovrà munirsi di Certificazione Verde.

Le linee guida complete sono sul sito https://oratori.brescia.it/

Don Danilo fa ingresso ad Angone ed Erbanno, a Ponte festa per l’arrivo di don Alex

Don Danilo fa ingresso ad Angone ed Erbanno, a Ponte festa per l’arrivo di don Alex

Don Danilo Vezzoli, che dal 2018 guida anche la parrocchia di Boario, oltre ad essere responsabile della Caritas di Darfo, ha fatto il suo ingresso in altre due parrocchie darfensi, quelle di Erbanno e di Angone. L’accoglienza al nuovo parroco da parte delle due comunità è stata fatta sabato scorso.

In alta Valle invece, questo sabato, è stata festa a Ponte di Legno, Pontagna e Precasaglio, per l’arrivo di don Alex Recami. Il sacerdote 29enne originario di Borno è stato infatti nominato vicario parrocchiale delle tre comunità dalignesi, dove seguirà anche la Pastorale giovanile. Il nuovo curato, che affiancherà il parroco don Alessandro Nana, è stato accolto con entusiasmo.

Notte di maltempo, a Malonno il torrente Cole dà problemi

Notte di maltempo, a Malonno il torrente Cole dà problemi

In alcune zone nella notte le precipitazioni sono state abbondanti. Nel caso di Malonno hanno causato anche danni: attorno a mezzanotte e mezza Vigili del fuoco del distaccamento di Edolo e la Protezione Civile le Torri sono intervenuti per l’esondazione del torrente Cole, in via san Lorenzo.

A causa dell’intasamento della griglia l’acqua è fuoriuscita dal suo corso. Le squadre hanno lavorato per circa due ore, con l’aiuto dell’escavatore, per rimuovere il materiale e ripristinare il normale deflusso del torrente.

Nelle prossime ore il Comune ha in programma delle attività di monitoraggio e procederà alla verifica di eventuali danni. L’allerta maltempo proseguirà per tutta la giornata: le previsioni parlano di precipitazioni diffuse che, a tratti, diventeranno intense e che porteranno a un cambio di rotta della stagione e a un calo delle temperature.