Val Palot, skipass gratis per due domeniche ai pisognesi

Val Palot, skipass gratis per due domeniche ai pisognesi

Un bel regalo, nelle ultime settimane di inverno, attenderà tutti i residenti di Pisogne amanti dello sci e del proprio comprensorio. Il Comune, infatti, in collaborazione con Val Palot Ski, ha organizzato due giornate in cui tutti coloro che vivono a Pisogne potranno usufruire delle piste locali senza pagare lo skipass.

Le date da segnare sono domenica 27 febbraio e domenica 5 marzo: basterà recarsi in pista con la carta d’identità, in modo da attestare la propria residenza sul territorio pisognese. Un modo per promuovere le piste della Val Palot non solo a chi viene da fuori, ma anche a chi vive a poca distanza, offrendo un’opportunità che, in questa stagione di caro prezzi, non è assolutamente da sottovalutare.

Servizio Civile, le proposte della Vallecamonica per i giovani

Servizio Civile, le proposte della Vallecamonica per i giovani

Anche quest’anno i giovani camuni e le giovani camune tra i 18 ed i 29 anni possono intraprendere l’esperienza del Servizio Civile tramite le proposte che sono state fatte da numerosi Comuni sul territorio. Progetti che per la gran parte hanno una durata di dodici mesi, con un orario di servizio pari a venticinque ore settimanali, articolate su cinque o sei giorni a settimana, ed un compenso di 444,30 euro mensili.

I progetti attivati in Vallecamonica sono davvero vari, e spaziano tra le differenti aree pensate per occupare più settori d’intervento possibile. Il Servizio Civile in Vallecamonica è organizzato principalmente dai Comuni e da alcune cooperative sociali: le attività previste spaziano dalla cura degli anziani dei paesi alla vicinanza ai soggetti più fragili, come persone in condizioni di disagio o esclusione sociale, diversamente abili, minori e pazienti affetti da dipendenze e patologie.

I giovani interessati possono partecipare anche a progetti di animazione nelle comunità o di tutoraggio scolastico; previste anche iniziative dedicate alla cura dell’ambiente e del territorio o dei servizi museali e delle biblioteche.

Tutte proposte che consistono nell’affiancare il personale già impegnato e che vogliono far conoscere meglio ambiti che necessitano di nuove forze lavoro. La speranza, infatti, è che con il Servizio Civile i partecipanti possano scoprire meglio il proprio percorso formativo e professionale, e che quest’anno possa servire loro a capire cosa vogliono fare da grandi. Per fare domanda c’è tempo fino alle ore 14:00 del 10 febbraio, tramite il sito https://domandaonline.serviziocivile.it.

ADULTI E TERZA ETA’ IN CONDIZIONI DI DISAGIO

ANGOLO TERME, BIENNO, BRENO, ONO SAN PIETRO: “Piccoli ma grandi: inclusione sociale nei piccoli Comuni della provincia di Brescia”

DARFO BOARIO TERME, PISOGNE: “Un anno a sostegno del Welfare nei Comuni in Provincia di Brescia”

ALTRI SOGGETTI IN CONDIZIONE DI DISAGIO O DI ESCLUSIONE SOCIALE

BERZO DEMO: “Energie in relazione. Giovani alla ricerca della fragilità promuovono relazioni di comunità”

ANIMAZIONE DI COMUNITA’

MONTE ISOLA: “Servizi educativi nelle province di Brescia e Mantova”

DARFO BOARIO TERME: “Energie di inclusione. Promuovere partecipazione per l’inclusione di tutti”

ATTIVITA’ DI TUTORAGGIO SCOLASTICO

BRENO, GIANICO, MALEGNO, SONICO: “Dire, fare, costruire: percorsi di integrazione e crescita nella provincia di Brescia”

MARONE: “Il domani è già qui”, accessibilità alla educazione scolastica, con particolare riferimento alle aree d’emergenza educativa e benessere nelle scuole

PONTEDILEGNO, TEMU’: “Crescere insieme: scuola e servizio civile nei Comuni della Lombardia”

CURA E CONSERVAZIONE BIBLIOTECHE

ISEO, PISOGNE: “Le biblioteche dei Comuni della Provincia di Brescia tra cultura e sapere”

BRENO, DARFO BOARIO TERME, MALEGNO: “Una montagna di libri nei Comuni in provincia di Brescia”

DISABILI

ESINE, GIANICO, ISEO, MALEGNO, PROVAGLIO D’ISEO: “Volontari nei servizi socio-assistenziali dei Comuni della Franciacorta e Vallecamonica”

ISEO: “Insieme per includere-Brescia”

BRENO, DARFO BOARIO TERME, EDOLO: “Incisioni sociali”

EDUCAZIONE E PROMOZIONE AMBIENTALE

CETO: “Arte della sostenibilità”

BRENO, PROVAGLIO D’ISEO: “Forum dei parchi”

EDUCAZIONE E PROMOZIONE DEL TURISMO SOSTENIBILE E SOCIALE

ARTOGNE, BORNO, DARFO BOARIO TERME, EDOLO, PISOGNE: “Un viaggio alla scoperta dei territori in Provincia di Brescia, Pavia e Varese”

MINORI E GIOVANI IN CONDIZIONI DI DISAGIO O DI ESCLUSIONE SOCIALE

CERVENO: “L’amico che vorrei: assistenza ai minori e ai giovani in Lombardia”

PAZIENTI AFFETTI DA PATOLOGIE TEMPORANEAMENTE E/O PERMANENTEMENTE INVALIDANTI E/O IN FASE TERMINALE

ISEO: “Salute e servizi di trasporto in Nord Italia”

PERSONE AFFETTE DA DIPENDENZE

CAPO DI PONTE, CIVIDATE CAMUNO: “Energie in comunità. Giovani che promuovono resilienza e indipendenza”

SALVAGUARDIA E TUTELA DI PARCHI E OASI NATURALISTICHE

DARFO BOARIO TERME: “Tesori d’Italia: tutela e valorizzazione del territorio nei Comuni del Nord Italia”

BORNO, BRENO, CAPO DI PONTE, GIANICO, MALEGNO, OSSIMO, PISOGNE: “Tutelare l’ambiente e il territorio in Vallecamonica”

SERVIZI ALL’INFANZIA

EDOLO: “Cresci con me”, accessibilità alla educazione scolastica, con particolare riferimento alle aree d’emergenza educativa e benessere nelle scuole

VALORIZZAZIONE SISTEMA MUSEALE PUBBLICO E PRIVATO

CAPO DI PONTE: “Musei archeologici lombardi: volontari per la tutela del patrimonio”

BERZO INFERIORE, BIENNO, CERVENO: “Musei etnografici lombardia: volontari per la tutela del patrimonio”

PROVAGLIO D’ISEO: “Trova l’arte in Lombardia”

VALORIZZAZIONE STORIE E CULTURE LOCALI

ESINE: “Promuovere e tutelare la cultura nei Comuni delle province di Brescia, Cremona, Mantova e Pavia”

Soccorso Alpino, seconda esercitazione in Val Brandet

Soccorso Alpino, seconda esercitazione in Val Brandet

Proseguono le giornate di addestramento che vedono coinvolti i tecnici della V Delegazione Bresciana del Soccorso Alpino. Dopo la prima di metà gennaio svoltasi in Bazena, nel territorio di Breno, la seconda si è tenuta sabato scorso a Corteno Golgi, in Val Brandet, sopra Sant’Antonio e Santicolo.

Lo scenario di fronte a cui si sono trovati i trenta partecipanti, provenienti da tutta la provincia di Brescia, era costituito da cordate di alpinisti in difficoltà, in rientro da una giornata trascorsa su cascate di ghiaccio. Lo scenario immaginato li ha visti travolti da una valanga in un canale: sotto la neve c’erano cinque persone, quattro travolte e una semisepolta.

In un altro contesto, invece, c’era da recuperare una persona che stava scalando sulla parete di ghiaccio ed, altre cinque travolte dalla valanga, sempre nello stesso canale ma un po’ più basso. Esercitazioni, queste, che permettono ai tecnici del Soccorso Alpino di affinare il proprio lavoro e le proprie strumentazioni ed essere sempre pronti ad ogni situazione: la terza ed ultima simulazione è in programma a breve.

Ciaspolare con la luna piena, le proposte organizzate per sabato sera

Ciaspolare con la luna piena, le proposte organizzate per sabato sera

Si avvicina un fine settimana di luna piena, quello considerato ideale per i ciaspolatori che amano le escursioni notturne sulle distese di neve illuminate dalla luce lunare.

Tra le proposte più celebri in Vallecamonica c’è la Caspolada al chiaro di luna di Vezza d’Oglio, che ha superato i 2500 iscritti per il suo ritorno dopo due edizioni saltate. Il programma prevede già per il 3 febbraio un’anteprima, con il Fluo Party in Piazza IV Luglio dalle ore 21:00, con musica, animazione ed effetti luce speciali.
Il giorno dopo, sabato 4, dalle 10:00 e fino alle 18:30, presso la Palestra Comunale verranno consegnati i pettorali, caspole e gadget. La serata entrerà nel vivo alle 18:00 in Piazza IV Luglio e alle 19:00 sarà dato il via alla Caspolada 2023. Dalle ore 20:00 sono previsti i primi arrivi presso il Centro Eventi Adamello con musica, cena e serata conviviale.

Chi cerca qualcosa di più intimo può invece unirsi all’invito dell’Associazione L’ontano Verde, che ha organizzato una camminata fino alla Conca del Volano con le ciaspole, “La luna al Volano”.
Si parte da Paspardo, dal parcheggio in via Bertolotti, alle 19:00, per raggiungere in un’ora e mezza circa i 1400 metri del Volano. Lassù, alle 20:30, inizierà l’osservazione narrata della luna con il binocolo, seguendo le indicazioni della guida G.A.E. Nicola Locatelli.

L’evento fa parte delle attività didattico-ricreative di Inverno nel Parco 2022/2023 organizzate dall’associazione L’Ontano Verde in qualità di ente gestore del Centro Faunistico del Parco dell’Adamello.

Sabato a Esine la Giornata di tipizzazione rivolta ai giovani per diventare donatori di midollo osseo

Sabato a Esine la Giornata di tipizzazione rivolta ai giovani per diventare donatori di midollo osseo

Sabato 4 febbraio, dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 17:00, L’ospedale di Esine tornerà a sensibilizzare sulla donazione del midollo osseo con il progetto “End leukemia now” promosso da Admo Brescia in collaborazione con Rotary Lovere Iseo Breno, Asst di Vallecamonica, Aido e Avis.

Chiamata a raccolta la popolazione di età compresa tra i 18 e i 35 anni e un peso corporeo superiore o uguale a 50 chili: per loro sarà possibile effettuare un prelievo di sangue (gestito da un’équipe di infermieri volontari) per iniziare l’eventuale percorso di tipizzazione. Saranno allestiti due ambulatori con medici ematologi che valuteranno l’idoneità alla donazione. Se il candidato donatore soddisferà tutte le regole del reclutamento si potrà procedere alla tipizzazione. Una volta accertata l’idoneità alla donazione, questa rimarrà valida fino al raggiungimento dei 55 anni.

Nelle passate edizioni in Vallecamonica la raccolta dei volontari attraverso la “tipizzazione” (verifica della compatibilità dei soggetti per la donazione di midollo osseo) ha prodotto ottimi risultati: infatti, oltre ad aver segnato il record di raccolta dei donatori, ha altresì permesso di individuare due soggetti compatibili, consentendo di salvare altrettante vite umane. Un risultato eccezionale, se si considera che ad oggi la probabilità che un ammalato trovi un donatore compatibile è di 1 su 100mila. L’unico modo per aumentare, quindi, la speranza è aumentare i donatori potenziali disponibili a compiere un piccolo gesto dalla grande rilevanza.

Ponte di Legno e Tonale: entro il 2025 sulla SS 42 due gallerie interrate e due rotatorie

Ponte di Legno e Tonale: entro il 2025 sulla SS 42 due gallerie interrate e due rotatorie

Progetti ambiziosi per Ponte di Legno: da una parte, la realizzazione di opere che genereranno un sensibile miglioramento della viabilità a beneficio di residenti e turisti; dall’altra, la crescita di eventi sportivi di livello internazionale. È su queste due direzioni che l’amministrazione comunale guidata da Ivan Faustinelli ha deciso di puntare per il processo di sviluppo del territorio che potrebbe culminare nella realizzazione del sogno di ospitare, in futuro, una gara di Coppa del Mondo di sci alpino.

Il primo, fondamentale passaggio è rappresentato dall’ammodernamento della strada statale 42, attraverso la costruzione di due gallerie interrate: una a Ponte di Legno, all’ingresso della ski area, e una al Passo Tonale, in corrispondenza dell’attraversamento pedonale che conduce alla partenza della cabinovia Paradiso. I due interventi sono attualmente oggetto di un finanziamento di 11 milioni di euro, proveniente in parte dalla Regione Lombardia sulla legge 9 ed in parte dalla legge olimpica.

L’Amministrazione comunale in collaborazione con ANAS e con la fondazione Milano Cortina sta portando avanti l’iter autorizzativo, in attesa di capire se il governo metterà a disposizione le ulteriori risorse necessarie per la copertura totale di entrambi i progetti. Nello specifico, a Ponte di Legno l’interramento della strada porterà a un ampliamento del parterre della ski area verso il paese, finalizzato a creare nuove opportunità di sviluppo sportivo e di organizzazione di eventi sportivi di rilievo.

L’opera, che oltre alla galleria prevede la realizzazione di due rotonde, riconfigurerà l’ingresso al paese e garantirà una continuità con il contesto urbano, attualmente ostacolata dalla stessa SS42. Al Passo Tonale, invece, l’interramento verrà realizzato in prossimità della stazione di partenza della cabinovia Paradiso, ottenendo così il ricongiungimento dei due versanti del passo e assicurando un collegamento sci ai piedi senza interferenze con la viabilità.

È inoltre inclusa la riqualificazione dell’area attraverso la riorganizzazione dei parcheggi e la creazione di nuovi percorsi pedonali lungo la SS42. In base al cronoprogramma – che tiene conto dell’impossibilità di lavorare al Passo Tonale per almeno 5 mesi invernali – l’opera potrà essere completata entro la fine del 2025.

Il progetto di ammodernamento della strada statale 42 – che si inserisce in un più ampio contesto di opere complementari per il miglioramento della viabilità generale della Vallecamonica, a partire dalla Variante di Edolo – permette a Ponte di Legno di proseguire quell’iter che potrebbe portare sulla pista del Corno d’Aola una prova di Coppa del Mondo di sci alpino.

Il progetto è stato presentato martedì pomeriggio a Ponte di Legno alla presenza del sindaco Ivan Faustinelli e dell’assessore regionale Davide Caparini, oltre che di Alessandro Mottinelli, amministratore delegato WWMG 2024 e di Ennio Donati, consigliere delegato SIAV spa.