Monumenti “imbavagliati” a Breno e Pisogne: la protesta di Casa Pound

Monumenti “imbavagliati” a Breno e Pisogne: la protesta di Casa Pound

Prima Giuseppe Zanardelli, poi San Costanzo: due statue, nei giorni scorsi, sono state letteralmente imbavagliate con un fazzoletto rosso a Breno e Pisogne.

Un gesto di protesta, che sta coinvolgendo non solo la Vallecamonica ma anche altre parti d’Italia, voluto da Casa Pound contro la rimozione, avvenuta a settembre, delle pagine ufficiali del movimento dai social network.

Una scelta non casuale quella di “bendare” le due statue di Breno e Pisogne: Zanardelli è stato infatti Presidente del Consiglio ed uno dei politici bresciani più illuminati del Novecento, mentre San Costanzo, patrono di Pisogne, era un militare romano che, una volta convertitosi, fu martirizzato.

L’iniziativa sta trovando, anche inaspettatamente, numerosi consensi online, dove sono giunti i commenti anche da parte di associazioni che, seppur non condividendo le opinioni di Casa Pound, trovano ingiusto censurarne le pagine utilizzate come mezzo di comunicazione.

[Foto da Bresciaoggi]

Il “XXVII Valcamonica Symposium” dei 40 anni di sito UNESCO

Il “XXVII Valcamonica Symposium” dei 40 anni di sito UNESCO

Sono entrate nel vivo nel mese di ottobre le celebrazioni per i 40 anni dall’inserimento dell’arte rupestre della Vallecamonica nella prestigiosa World Heritage List dell’UNESCO quale primo sito italiano e primo sito di arte rupestre (insieme con la Grotta di Lascaux) ad essere riconosciuto.

La proposta fu avanzata da Emmanuel Anati, direttore del Centro Camuno di Studi Preistorici, e dall’allora Assessore alla Cultura della Regione Lombardia, Sandro Fontana. Tale riconoscimento fu attribuito proprio nel 1979 in base ai criteri III e VI dell’UNESCO e dell’ICOMOS.  Nella motivazione si legge: “Le incisioni rupestri della Vallecamonica costituiscono una straordinaria documentazione figurata sui costumi e sulle ideologie preistoriche. L’interpretazione, la classificazione tipologica, e gli studi cronologici su questi petroglifi hanno apportato un contributo considerevole nei settori della preistoria, della sociologia, dell’etnografia”.

Il Centro Camuno di Studi Preistorici non poteva che dedicare il suo “XXVII Valcamonica Symposium” a questa ricorrenza. Durante il Symposium – in programma a Capo di Ponte dal 25 al 27 ottobre e aperto al pubblico – si svolgerà anche l’Assemblea Annuale del PRAT – CARP , Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa “Cammini dell’arte rupestre preistorica europea”, che vedrà la partecipazione dei responsabili dei maggiori siti rupestri europei.

Durante la tre giorni sono anche previste visite guidate alle aree istoriate e sono visitabili due mostre sull’arte rupestre del Monte Bego e sull’arte rupestre mondiale, allestite presso la Cittadella Cultura di Capo di Ponte, dove ha sede anche il CCSP.

“Cinema e Cibo”, due appuntamenti a Darfo

“Cinema e Cibo”, due appuntamenti a Darfo

Si rinnova a Darfo l’appuntamento con la mini rassegna “Cinema e cibo” dedicata alle pellicole d’autore e ai sapori del territorio, organizzata da Silvano Nember in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Darfo, i commercianti e il Cinema Garden Multivision.

Il primo appuntamento è per giovedì 24 ottobre alle 20.30 con “Ritorno in Borgogna”. La proiezione sarà preceduta da una degustazione di lumache accompagnata da un bicchiere di vino di Borgogna, il tutto offerto dai ristoranti Aglio & Oglio, Al campanile e La Lumaghera.

Sabato 2 novembre alle 15.30 sarà la volta del film per bambini “Wall-E”. In questo caso verrà offerta una merenda a base di spongada e gelato dalla pasticceria Pescali e da Gelatissimo.

I coupon per l’ingresso gratuito saranno distribuiti dai commercianti e dai ristoratori della cittadina e dalla biglietteria del Cinema di piazza Medaglie d’oro.

Edward Norton alla Festa del Cinema: amo l’Italia e Ponte di Legno

Edward Norton alla Festa del Cinema: amo l’Italia e Ponte di Legno

L’Italia e Ponte di Legno come una seconda casa. A dichiararlo è stato nientemeno che Edward Norton, che tra i suoi luoghi preferiti del Bel Paese ha citato, nel discorso tenuto nella serata inaugurale della Festa del Cinema di Roma, anche Ponte di Legno.

Il protagonista dell’apertura della rassegna con il film “Motherless Brooklyn – I segreti di una città”, di cui è regista e principale interprete, oltre che sceneggiatore e produttore, ha voluto rimarcare il suo amore per l’Italia sottolineando che lui e la sua famiglia hanno trascorso le vacanze a Ravello, Amalfi, Pienza e, appunto, a Ponte di Legno nell’agosto scorso.

Nella località dell’alta Valle l’attore statunitense ha stretto amicizia con Marco Bulferetti e sua moglie Sarah (nella foto) , albergatori della Bulferetti Group, tanto da invitarli sul red carpet della rassegna romana.

Ludopatia e gioco d’azzardo, un info point all’ospedale di Esine

Ludopatia e gioco d’azzardo, un info point all’ospedale di Esine

Una mattinata per dare delle risposte sulla ludopatia. Si terrà lunedì dalle 9:00 alle 11:00 presso il presidio ospedaliero di Esine.

Qui verrà allestito un info-point con lo scopo di pubblicizzare le azioni di contrasto al Gap (gioco d’azzardo patologico) avviate dal Servizio Territoriale Dipendenze (SERD) dell’ASST della Valcamonica.

In tale occasione sarà possibile interagire con gli operatori SERD sul tema del Gap e delle dipendenze comportamentali e ricevere consigli in merito.

Carlo Fusco pronto a girare un nuovo film nel comprensorio Pontedilegno-Tonale

Carlo Fusco pronto a girare un nuovo film nel comprensorio Pontedilegno-Tonale

Altre star hollywoodiane in arrivo nel comprensorio Pontedilegno-Tonale: dopo Michael Madsen ed Eric Roberts, che a settembre hanno preso parte alle riprese del thriller “Dirty Fears” ambientato al Passo, altri attori di fama internazionale sono attesi nei prossimi mesi.

In particolare è confermata la presenza di Malcom McDowell, reso famoso dal ruolo di Alex DeLarge interpretato nel capolavoro di Stanley Kubrick Arancia Meccanica. Ma torneranno anche Eric Roberts e Ieva Lykos, che erano già nel cast di Dirty Fears, film che uscirà a gennaio in USA e Canada ma del quale è prevista un’anteprima anche in alta Vallecamonica.

A trasformare il comprensorio Pontedilegno-Tonale in un set cinematografico è stato il regista Carlo Fusco, affascinato dai paesaggi d’alta montagna che ha trovato tra la Lombardia ed il Trentino.

Così, mentre era impegnato nelle riprese del primo thriller, già immaginava di ambientare qui anche The Final Code, un lungometraggio drammatico ispirato da una storia di cronaca.

The Final Code è una produzione Lykos Film e avrà una distribuzione internazionale, diventando un veicolo di promozione del territorio. Per questo motivo, la produzione è disponibile a valutare eventuali aziende – principalmente lombarde e trentine ma non solo – interessate a pubblicizzarsi all’interno del film attraverso l’inserimento del proprio prodotto, che verrebbe inserito nelle inquadrature, nella sceneggiatura oppure addirittura nella trama del film.

La produzione è altresì disponibile a valutare eventuali investitori privati, interessati ad acquisire quote del film. Chi fosse interessato può contattare la produzione a questo indirizzo: ceo@lykosfilm.eu