“Vestito di terra, fasciato di cielo”: Anselmo Palini presenta il suo libro su don Pierino Ferrari

“Vestito di terra, fasciato di cielo”: Anselmo Palini presenta il suo libro su don Pierino Ferrari

Saranno due nei prossimi giorni le occasioni di conoscere il libro di Anselmo Palini dal titolo “Don Pierino Ferrari. Vestito di terra, fasciato di cielo” e approfondire la figura del sacerdote iseano morto 10 anni fa e fondatore, nel 1984, della cooperativa per la prevenzione e le cure oncologiche Raphaël (ramificata in ambulatori oncologici a Calcinato, Clusane, Castel Goffredo, Lograto e Lovere) e nel 1991 della Fondazione Laudato sì che gestisce l’omonimo ospedale a Rivoltella, oltre che di altre associazioni di volontariato: la Comunità Mamrè, la Comunità del Cenacolo, la Fondazione Maria Rosa Cremonesi e i gli Amici di Raphaël.

Il testo, di carattere divulgativo, arricchito dalla prefazione di mons. Giacomo Canobbio, già presidente dell’Associazione Teologi Italiani, e dalla postfazione del compianto Angelo Onger, giornalista, da sempre accanto a don Pierino Ferrari, è uscito nel 2020, in tempo di lockdown.

Il primo appuntamento per la presentazione di questo libro in Valle è per venerdì 29 ottobre ore 20,30 presso la biblioteca di Piancamuno, su invito del Comune di Piancamuno, dell’associazione Amici di Raphaël e del Comitato Andos Vallecamonica Sebino. Questa iniziativa si inserisce nelle attività previste per “Ottobre rosa”, mese della cura e della prevenzione.

Il secondo appuntamento è per mercoledì 10 novembre ore 17,00 all’Eremo di Bienno su invito dell’associazione Amici di Raphaël e del direttore dell’Eremo mons. Tino Clementi.

Ad entrambi gli appuntamenti interverrà l’autore del libro, Anselmo Palini. Nel corso delle due serate saranno letti anche dei brani tratti dagli scritti di don Pierino Ferrari.

“Non siamo di fronte a un trattato sulla spiritualità di don Pierino o sulla sua visione teologica, aspetti cui comunque si accenna” spiega l’autore “È un libro che cerca di ricostruire la vicenda biografica, umana e sacerdotale di don Ferrari tramite soprattutto le opere che ha creato e il servizio che ha svolto nelle diverse parrocchie in cui ha operato: Calcinato, Berlingo e Clusane”. Una assoluta fiducia nella Divina Provvidenza gli ha permesso di far fronte agli onerosi impegni finanziari richiesti dalle opere che realizzava, come racconta il testo.

Nell’appendice vengono proposte le testimonianze di alcune persone che hanno conosciuto direttamente don Pierino e che hanno condiviso con lui l’impegno per un Vangelo incarnato nelle vicende storiche, soprattutto in quelle dei più piccoli e dei più poveri. Vi è infine l’elenco delle comunità, create da don Pierino, tutt’ora attive e operanti a Brescia e provincia.

Giro d’Italia Ciclocross: Cristian Cominelli maglia rosa

Giro d’Italia Ciclocross: Cristian Cominelli maglia rosa

Maglia rosa per il camuno Cristian Cominelli a Corridonia domenica. Nella gara top della giornata, per la categoria Open maschile il camuno della Sott Racing conclude al secondo posto, alle spalle dell’altoatesino Jakob Dorigoni.

Il sellerese ha però conquistato la vetta della classifica ed ora è in Maglia Rosa del Giro d’Italia con 7 punti di vantaggio sul vincitore. Il Giro d’Italia proseguirà il 14 novembre a Follonica, con la quarta tappa.

Un’altra domenica di successi per il Karate Master Rapid SKF CBL

Un’altra domenica di successi per il Karate Master Rapid SKF CBL

L’ottobre che sta avviandosi a conclusione è stato davvero ricco di soddisfazioni per il Karate Master Rapid SKF CBL che, dopo le sette medaglie ottenute ad inizio mese al Karate Croazia Open Wkf, ha incassato altre vittorie e riconoscimenti.

Questa volta, però, i ragazzi guidati dai Maestri Francesco Maffolini, Dario Zanotti e Francesco Landi hanno gareggiato vicino casa, a Calcinato, per il Campionato Regionale di Kumite. Basma Cherouaqi ha ottenuto il titolo di Campionessa regionale di categoria, mentre a Giorgia Duca è andata la medaglia d’argento.

Alice Fenaroli e Lorenzo Federici sono sono invece portati a casa un bronzo; Eros Lambertenghi ha conquistato un quinto posto con qualificazione. Sofia Pedersoli, inoltre, ha ottenuto la qualificazione di diritto per la medaglia d’argento dell’edizione scorsa.

La ciliegina sulla torta è però rappresentato dal boom di iscrizioni che l’associazione sta ricevendo per i corsi di avviamento al karate, che regalano ulteriori soddisfazioni alla Karate Master Rapid SKF CBL, il cui prossimo impegno è per il 30 e 31 ottobre, con un Raduno Generale che coinvolgerà gli atleti tesserati.

Anche la cantina Togni Rebaioli di Darfo tra le “Chiocciole” assegnate dalla guida Slow Wine 2021

Anche la cantina Togni Rebaioli di Darfo tra le “Chiocciole” assegnate dalla guida Slow Wine 2021

La guida Slow Wine, punto di riferimento per gli appassionati del buon vino e delle buone cantine, nella sua ultima edizione ha assegnato tre Chiocciole ad altrettante cantine bresciane. La Chiocciola è un riconoscimento che viene dato alle cantine che rispettano la filosofia di Slow Wine, ovvero la produzione con gran parte di uva realizzata in casa, la lavorazione bio ed il coinvolgimento delle comunità agricole locali.

Parametri che, stando a Slow Wine, sono stati rispettati dalla cantina Togni Rebaioli di Darfo Boario Terme, dove Enrico Togni, titolare dell’attività, nel 2003 ha ripreso in mano i vigneti del nonno, insieme alla compagna Cinzia Giacobbe. Una Chiocciola è andata anche alla Barone Pizzini di Provaglio d’Iseo, di Silvano Brescianini, definita “sinonimo di ricerca e di innovazione continua”.

La terza cantina bresciana premiata è stata la Cavalleri di Erbusco; numerose anche le singole bottiglie che hanno attirato l’attenzione di Slow Wine: tra queste, anche il Martina 2019 sempre della Togni Rebaioli, proveniente da un vitigno autoctono ed antichissimo di Erbanno.

Montecampione, un acero rosso in ricordo di Federico Mattiacci

Montecampione, un acero rosso in ricordo di Federico Mattiacci

Il ricordo di Federico Mattiacci, il giovane 32enne morto il 30 agosto scorso mentre stava percorrendo il gruppo della Presenella, continua ad essere accesso a Montecampione, e lo sarà ancora di più grazie alla decisione della famiglia di lasciare un segno tangibile in suo ricordo.

Nei giorni scorsi, la madre Antonella, il padre Ettore ed il fratello Luca sono saliti nella località tanto amata da Federico per piantare un acero rosso di fronte al campo polivalente. Mattiacci è morto mentre stava percorrendo con il fratello la cresta che da Cima Presena porta al Passo dei Segni, a circa 2.900 metri di quota.

Il 32enne, insegnante di Educazione fisica a Milano, era molto legato a Montecampione, dove trascorreva le sue estati e dove, dall’età di sedici anni, aveva lavorato come animatore. Il Consorzio ha quindi accolto con favore la proposta della famiglia, supportandola nella piantumazione dell’albero, che ora resterà a ricordo del giovane e del suo legame con Montecampione e soprattutto con la sua comunità.

Il Brescia vince il derby contro la Cremonese e torna secondo

Il Brescia vince il derby contro la Cremonese e torna secondo

Il primo big match di stagione delle Rondinelle è stato portato a casa ma, cosa più importante, sono stati portati a casa quei tre punti che le fanno risalire al secondo posto in classifica. Il derby tra Brescia e Cremonese di sabato si è concluso con la vittoria 1-0 dei biancoazzurri, grazie ad un protagonista inaspettato, Nikolas Spalek, che non giocava dal 16 agosto scorso, quando era sceso in campo in Coppa Italia contro il Crotone. Spalek è tornato a calciare la palla in sostituzione di Palacio, nella ripresa.

Così, dopo un primo tempo in cui il Brescia aveva già mostrato tutta la sua determinazione, al 39esimo arriva il gol, che il tabellino assegna a Bertagnoli ma che è in gran parte merito proprio di Spalek e dell’azione cominciata da lui.

Una partita che ha visto assente giustificato l’allenatore Filippo Inzaghi, che nel corso della notte è diventato papà del piccolo Edoardo: in panchina, al posto suo, c’era Maurizio D’Angelo, vice delle Rondinelle, che ora si trovano al secondo posto con 17 punti, a soli due di distacco dal Pisa, che però deve giocare oggi. Il Brescia tornerà in campo giovedì prossimo contro il Lecce.