Madonna Grande di Demo

Madonna Grande di Demo

Il sito è dedicato alla “Madonna Grande” di Demo, una celebrazione quinquennale durante la quale la comunità parrocchiale del paese dedica alla Vergine una festa di gioia, di riconoscenza e di preghiera.

 

Il sito ufficiale, www.madonnagrandedemo.it, si presenta con una grafica molto pulita e intuitiva e ha una funzione informativa per tutti coloro che volessero partecipare a queste celebrazioni o per chi volesse semplicemente saperne di più, con opportuni riferimenti ai cenni storici e all’origine della festa.

L’homepage è dedicata alla descrizione generale dell’evento e il sito si divide in 5 sezioni: la “Madonna Grande”, nella quale si fa riferimento ai cenni storici, all’origine della festa, alle “grotte” che vengo realizzate dagli abitanti in occasione della celebrazione, alla devozione mariana, ai classici fiori creati dalle donne della comunità che ornano il paese, alle processioni e alla mostra fotografica; la sezione “Demo (Bs)”, con scopo informativo riguardo al paese, ai luoghi limitrofi e quelli di culto, all’ospitalità e al raggiungimento dell’abitato; una “galleria fotografica” nella quale si possono ammirare le immagini delle scorse edizioni; La “sottoscrizione ai premi” che vengono messi in palio durante la celebrazione; I “contatti”, per avere maggiori informazioni.

Attualmente nella homepage, alla sezione “Calendario liturgico” si può accedere ad un PDF nel quale è contenuto il programma delle messe e delle celebrazioni della scorsa edizione che si è svolta dall’8 al 13 settembre 2015 e che come da tradizione culmina nella processione per le vie del paese con la statua della Madonna, mentre nel “Calendario intrattenimento” vengono elencati i vari appuntamenti serali che attirano gente da tutta la valle. Molto utile questa divisione che permette di distinguere il sacro dal profano in una manifestazione che rischia di essere commistione dei due aspetti.

Questo sito, non adatto alla visione da smartphone, è quindi incentrato sull’evento ed è adatto e consigliato a chiunque volesse avere maggiori informazioni sulla celebrazione della “Madonna Grande” di Demo.

FlettaTrail e PizTrìVertical – Il sito ufficiale

FlettaTrail e PizTrìVertical – Il sito ufficiale

Il sito è rivolto al memorial Giovanni Bianchi, ma tutti lo conoscono come l’evento sportivo dedicato alle due gare di corse in montagna che ogni anno caratterizzano Malonno (tanto da farlo soprannominare ‘Il paese della corsa in montagna’), ovvero il FlettaTrail ed il PizTriVertikal.

 

 

Il sito ufficiale della manifestazione, www.memorialbianchi.it , assolve alla sua funzione puramente informativa ed organizzativa per tutti coloro che volessero partecipare o assistere alle due gare, che ogni anno attirano nel paese camuno centinaia di appassionati e di atleti. Giusto per capirne l’importanza, basti pensare che entrambe le gare sono inserite in circuiti nazionali molto prestigiosi: la FlettaTrail, 21 chilometri con dislivello di 1.100 metri e che deriva dalle storiche Malonno-Narcos, Malonno-Campasso e Malonno-Fletta, è stata inserita nel calendario della Eolo Mountain Classic Cup. Il PizTrìVertikal, invece, è la terza prova su cinque della Eolo Vertical Cup.

L’homepage è dedicata ultime news sulla gara ed i video ad essa dedicati: peccato, però, che l’impostazione sia tale per cui queste notizie compaiano solo dopo gli sponsor, costringendo i navigatori a scorrere verso il basso per trovare le notizie. D’altra parte, il sito non deve tenere aggiornati sulla gara in sé (a quello ci pensano le pagine social), ma dare le indicazioni necessarie sulla gara e fornire una serie di dati storici.

Si può così trovare, all’interno del sito, una sezione dedicata al programma dell’edizione in corso, ma anche l’elenco dei vincitori delle passate edizioni ed, ovviamente, i siti internet delle associazioni che si occupano dell’organizzazione dell’evento.

Chiaramente c’è spazio anche per le iscrizioni e per il regolamento, ma la parte più interessante del sito è quella dedicata al percorso: c’è infatti la possibilità di scaricare il tracciato di entrambe le competizioni e vederlo tramite Google Earth. Ovviamente, prima bisogna scaricare gratuitamente l’apposito programma, ma per gli appassionati di corse in montagna è decisamente un servizio che permetterà di conoscere al meglio le strade che i corridori dovranno percorrere per arrivare al traguardo.

In definitiva, il sito della FlettaTrail è rivolto principalmente a chi ama questo sport ed a chi voglia cimentarsi in quella che è una delle manifestazioni sportive più attese dell’estate in Vallecamonica. Una piattaforma web che deve sapersi bilanciare tra la presentazione della gara, i dati tecnici, la parte organizzativa ed, ovviamente, quella dedicata agli sponsor, senza cui un evento di questa portata difficilmente potrebbe essere realizzato. Il tutto, creato da volontari che, così come i corridori stessi, vivono la FlettaTrail ed il PizTrìVertikal come una grande festa della corsa in montagna.

Come detto, la FlettaTrail ed il memorial Bianchi sono anche sui social network: qui il link per la pagina Facebook della FlettaTrail e qui quello di Instagram, mentre qui il link per l’account Twitter del Memorial.

Società Storica e Antropologica di Valle Camonica

Società Storica e Antropologica di Valle Camonica

Si presenta con una grafica molto attuale il sito della Società Storica e Antropologica di Valle Camonica, gruppo di ricercatori che persegue finalità di carattere culturale e sociale e si propone di studiare e valorizzare la storia e la cultura della Valle Camonica.

 

Tra gli obiettivi del sodalizio si segnalano la ricerca di carattere storico, etno-antropologico, scientifico, artistico, archeologico, geografico, economico, archivistico e filologico riguardante il territorio della Valle Camonica, la promozione, la conservazione e la copia di raccolte documentarie, registrazioni ed altro che attestino la storia e la cultura locale, la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale, anche sostenendo attività promosse da terzi che siano in linea con gli obiettivi dell’Associazione, l’organizzazione di incontri, convegni e altre iniziative turistiche, didattiche e ricreative, dirette ad accrescere ad ogni livello la conoscenza della Valle Camonica.

All’interno del sito si segnalano in modo particolare due sezioni.

Alla voce “Convegni e pubblicazioni I.S.T.A.” è possibile consultare gli indici dei volumi editi a seguito dell’attività congressuale degli ultimi anni. Ma la parte che merita assolutamente una visita è quella titolata “risorse on-line” all’interno della quale sono messi a disposizione i link di accesso ai database O.P.A.C. e Archivi del Nord Italia, ai siti principali che offrono mappe catastali nonché ad una selezione di opere fondamentali per la storia della Valle Camonica, scaricabili gratuitamente. Si segnalano alcuni autori a puro titolo di stimolo: Da Lezze, Gregorio di Vallecamonica, Guerrini (per intenderci Brixia Sacra), Odorici (tutti i volumi delle Storie bresciane), Panazza, Rosa, Sina, Vaglia, nonché gli Statuti di Valle Camonica riformati.

Il sito è raggiungibile dall’indirizzo http://www.ssavalcam.it/ .

La Società Storico Antropologica di Valle Camonica è raggiungibile anche attraverso la pagina facebook https://www.facebook.com/ssavalcam/