Laboratorium, torna l’officina culturale di Capo di Ponte

Laboratorium, torna l’officina culturale di Capo di Ponte

Riapre anche quest’anno l’Officina Culturale di Laboratorium, la rassegna di incontri giunta alla quinta edizione che ha come suggestiva location il Monastero di San Salvatore a Capo di Ponte. Una scelta, quella del Monastero come sede di tutti gli appuntamenti in calendario, che vuole rimarcare l’importanza che questo luoghi hanno avuto in passato, sia come centri di irradiazione spirituale che come ambienti culturali capaci di influenzare le comunità.

Laboratorium punta a ricreare questo clima, unendo fin dal suo nome l’idea di officina culturale e di volontà di creare una nuova coralità. Questa edizione, organizzata dalla Fondazione Camunitas con La Fondazione Scuola Cattolica, l’Accademia Arte e Vita ed il Cfp Padre Marcolini, ha come tema “Lezioni dalla terra-Cibo, cultura e racconti per un’ecologia umana”.

Ed il cibo è protagonista del primo dei quattro appuntamenti in calendario tra luglio ed agosto: il 4 luglio Tindaro Granata, attore che ha già calcato il palco del Teatro delle Ali di Breno, sarà protagonista nel pomeriggio di un laboratorio di panificazione e narrazione, i cui risultati saranno mostrati la sera stessa.

Il 7 luglio, alle ore 20:45, Giorgia Pagliuca presenterà il libro “Aggiustiamo il mondo-Diario di un’ecologista in crisi climatica”; il 21 luglio alla stessa ora sarà protagonista Andrea Ciucci, autore con Paolo Sartor di “Nutrire l’anima-Cinquanta ricette di pellegrini e viaggiatori”.

L’edizione 2022 si concluderà il 4 agosto con Antonio Moresco, autore de “Il canto degli alberi”. Tutti gli eventi sono a partecipazione gratuita; consigliata la prenotazione via mail a laboratorium@camunitas.it o chiamando il 366 31 39 389.

Il saluto di don Tino Clementi all’Eremo di Bienno: “Quattro anni pieni di grazia”

Il saluto di don Tino Clementi all’Eremo di Bienno: “Quattro anni pieni di grazia”

Come ogni mese, abbiamo contattato don Tino Clementi, direttore dell’Eremo dei Santi Pietro e Paolo di Bienno, per farci raccontare gli appuntamenti del mese di giugno. Di appuntamenti certi, in realtà, ce ne sono pochi, essendo l’Eremo in queste settimane in una fase di transizione per il passaggio di consegne tra lo stesso don Tino e don Pietro Chiappa, che diventerà nuovo direttore dell’Eremo oltre che nuovo Vicario Episcopale territoriale al posto di don Mario Bonomi.

Tra le date da segnare, domenica 12, quando alle ore 17:00 ci sarà la Messa nel 25esimo anniversario di sacerdozio di don Roberto Domenighini. “L’invito è esteso a tutti, dopo ci sarà un momento conviviale vissuto insieme”, dice don Tino.

Le parole di don Tino Clementi

Domenica 19 si celebra il Corpus Domini, “una bella solennità per dire grazie al Signore, e lo dirò anche io perché sarà l’ultima volta che celebrerò la Messa come direttore dell’Eremo”. Domenica 26 giugno il Vescovo Tremolada sarà presente per celebrare i Santi Pietro e Paolo: una Messa celebrata da don Tino e don Chiappa.

Il 29, alle 20:30, ci sarà un’altra messa in onore dei Santi Pietro e Paolo”. Don Tino invita tutti coloro che fossero interessai ad avere nel dettaglio gli appuntamenti del mese a contattare l’Eremo al numero 0364 40 081.

Per don Tino è giunto quindi il momento di salutare l’Eremo, di cui è stato alla guida per quasi quattro anni: per lui, ora, il ruolo di presbitero collaboratore nelle parrocchie di Sant’Antonio di Loveno e Grumello, dei santi Faustino e Giovita a Malonno e di San Paterio a Paisco.

“Sono venuto qui con entusiasmo. Il Vescovo mi disse ‘Voglio affidarti l’Eremo’, mi sono sentito onorato. Ho lavorato per rendere l’Eremo come lo ricordavo e per rimetterlo in moto dall’ordine dell’ambiente, alla pulizia ed al volontariato. Ogni anno abbiamo fatto uscire un programma affinché ci fossero corsi di formazione, spirituali o semplici incontri e momenti belli. Sono stati quattro anni ricci di grazia. Non posso che dire grazie al Signore, alle suore sacramentine che mi hanno coadiuvato. Adesso sono 78 gli anni, sento un po’ la stanchezza, sono contento di lasciare il posto ad un sacerdote molto più giovane, che sarà anche il Vicario episcopale per il territorio, il che darà molta più centralità all’Eremo”.

Don Tino lascia l’Eremo con un augurio: “che i camuni e non solo lo apprezzino: oggi mancano i sacerdoti ed i fedeli si chiedono cosa possono fare. E’ vero che c’è la Parrocchia, c’è l’Unità Pastorale, ma c’è anche l’Eremo che fa delle proposte. Che sia per un ritiro, per una conferenza, per degli incontri… Valorizzate l’Eremo, per il bene vostro e delle vostre comunità. Io vado via sereno: il Vescovo mi dà la possibilità di essere semplicemente un prete senza incarichi particolari a Malonno che aiuterà il parroco che ha parecchie frazioni da servire. Grazie anche a Radio Voce che mi ha sempre dato… voce. Un caro saluto e buone vacanze”.

Eremo di Bienno, gli appuntamenti di maggio

Eremo di Bienno, gli appuntamenti di maggio

Un nuovo mese di incontri, riflessioni ed appuntamenti sta per debuttare all’Eremo dei Santi Pietro e Paolo di Bienno, sotto la direzione di don Tino Clementi. “Vorrei augurare ancora Buona Pasqua, perché fino alla Pentecoste siamo nel tempo pasquale”, ci ricorda prima di introdurci il programma mensile dell’Eremo.

“Con il mese di maggio sentiremo di più la presenza amica e materna di Maria. Lasciarci guidare da lei per vivere con Gesù in attesa dello spirito”. “Nel mese di maggio”, prosegue don Tino, “abbiamo la consuetudine del Rosario, penso che sia bello intensificarla, anche per chiedere la pace, che può venire dall’alto: vediamo che gli uomini fanno fatica a comprendersi ed a fare passi di pace. Preghiamo sotto questo aspetto.”

Don Tino Clementi illustra gli appuntamenti di maggio all’Eremo di Bienno

Prima ancora di maggio, però, va ricordato l’ultimo appuntamento del mese di aprile: sabato 30, alle ore 15:00, per il ciclo di incontri “Testimoni di fede, di pace, di libertà e di giustizia”, si parlerà di Teresio Olivelli, il “ribelle per amore”, e delle sue frequentazioni camune.

Il prossimo mese sono in calendario, ogni lunedì alle 20:30, degli incontri di analisi degli Atti degli Apostoli, a cura di mons. Orsatti; l’11 maggio sarà celebrata la Beata Annunciata Cocchetti, Maestra di Vita, mentre il 29 maggio, con una Messa alle ore 17:00, San Paolo VI.

Tra gli altri appuntamenti, da citare sabato 7 maggio Armonie nel Tempio: “In chiesa, con un allestimento particolare, si trovano degli strumenti musicali, per una considerazione sia di carattere scientifico ma anche per godere della pace dell’ascolto”. Il 21 maggio, dalle 10:00 alle ore 12:00, si terrà invece un incontro per i ministri straordinari della comunione.

Il previsto corso di iconografia, invece, non si terrà, mentre è confermato –il 20 maggio alle 18:00- “Walking in the light”, incontro musicale con i giovani. “Tante belle occasioni per ritrovarci, arricchire la nostra mente ed il nostro cuore”, conclude don Tino. “Preghiamo gli uni per gli altri perché possiamo essere come Maria ci chiede: ‘Fate quello che Lui vi dirà’, allora anche il nostro cuore diventerà Tempio dello spirito”.

Eremo di Bienno, gli appuntamenti del mese di aprile

Eremo di Bienno, gli appuntamenti del mese di aprile

Don Tino Clementi, direttore dell’Eremo dei Santi Pietro e Paolo di Bienno, torna in onda ai nostri microfoni per raccontarci il mese di aprile 2022 all’Eremo di Bienno. Un mese che inizia con un importante appuntamento, sabato 2 alle ore 15:00, con un incontro voluto dalle Fiamme Verdi, dall’Ecomuseo della Resistenza in Mortirolo, dalle Acli, dal gruppo “Dio cammina a piedi”, dalla cooperativa cattolico-democratica di cultura, dall’Azione Cattolica, Libera e dall’Unione cristiana imprenditori e dirigenti. Al centro la figura di Beata Maria Troncatti, suora salesiana nata a Corteno Golgi e morta in Amazzonia, colei che don Tino definisce “un esempio da conoscere”.

Il resto del mese di aprile è stato volutamente lasciato libero di eventi, per consentire ai fedeli di partecipare alle iniziative organizzate dalle proprie parrocchie in vista della Santa Pasqua anche se, ricorda don Tino, “l’Eremo resta aperto: se qualcuno vuole venire per passare un paio d’ore in silenzio, per una confessione, noi siamo qui a disposizione”.

Don Tino Clementi illustra gli appuntamenti di aprile all’Eremo di Bienno

Anche all’Eremo, ovviamente, si celebra il Triduo Pasquale: giovedì 14 alle 18:00 la Santa Messa in Coena Domini, venerdì 15 alle ore 15:00 la Commemorazione della Passione e della morte di Gesù, sabato 16 alle 21:00 la solenne Veglia Pasquale e la Santa Messa. Il giorno di Pasqua sarà celebrato, domenica 17, con una Messa alle ore 08:00 in Convento ed una alle 17:00 all’Eremo. Il resto del mese è scandito dal ritiro per consacrate (il 23 dalle ore 09:30 alle 12:00) e da “Armonie nel Tempio” (sempre il, 23, alle ore 17:00).

“Lasciamo libertà a tutti coloro che vogliono venire”, ribadisce don Tino, che manda a tutti gli ascoltatori di Radio Voce Camuna gli auguri di Buona Pasqua da parte sua e da parte di tutta la comunità dell’Eremo: “Che sia veramente un passaggio dalla mediocrità alla perfezione, anche se non ci riusciremo. Ma facciamo un passo alla volta, con la grazia del Signore. Auguri anche alle persone che non stanno bene, che solo legate a situazioni particolari e non possono muoversi: sapere che il Signore è risorto ci ricorda che lo possiamo incontrare ovunque. Pace e bene a tutti”.

Eremo di Bienno, gli appuntamenti di maggio

Eremo di Bienno, gli appuntamenti di marzo

Con il mese di marzo comincia la quaresima, e l’Eremo dei Santi Pietro e Paolo di Bienno vuole farsi trovare pronto con un calendario come sempre ricco di appuntamenti. Ad anticiparcelo don Tino Clementi, che ci dà anche notizia che resterà alla direzione dell’Eremo fino alla prossima estate: per allora, infatti, a Bienno giungerà da Agnosine don Pietro Chiappa, che assumerà anche il ruolo di Vicario Episcopale alla guida della “zona I” (il territorio che include la Vallecamonica, il lago d’Iseo e la Franciacorta), fino ad oggi affidato a don Mario Bonomi, che resterà parroco di Breno.

“Buon cammino quaresimale a tutti”, esordisce don Tino, che ricorda subito l’appuntamento del 2 marzo, ovvero il mercoledì delle ceneri. “La quaresima si vive bene nel digiuno e nella preghiera, ma soprattutto nell’ascolto della Parola”. Tra gli incontri calendario, da segnalare i tre che avranno al centro il tema della “parola”: il primo si tiene il 28 febbraio, gli altri due il 7 ed il 14 marzo, sempre alle 20:30 ed alla presenza di don Alessandro Gennari.

“Il Vescovo nella sua lettera pastorale ci ha ricordato che la parola di Dio è il vero tesoro. Non c’è documento o celebrazione importante che non sia basato sulla parola del Signore”, dice don Tino, che invita a questi appuntamenti sia i più grandi che i più giovani.

Interessanti anche i due appuntamenti del 9 e del 16 marzo alle 20:30, con al centro “L’anima come fisionomia di noi stessi”. A questo proposito, don Tino si chiede “quanti di noi saprebbero dire che cos’è l’anima? Ne parleremo con il professore Paolo Zini, salesiano e docente di Filosofia morale e preside presso il Centro Studi Paolo VI di Nave”.

Previsti poi gli incontri già noti ai frequentatori dell’Eremo: sabato 5 ed il 17 alle ore 17:00 “Armonie nel tempo”, il 15 alle 09:30 il Ritiro per le donne, il 19 dalle ore 09:30 alle 12:00 il Ritiro per le consacrate, il 27 dalle ore 09:00 alle 12:00 il Ritiro per gli uomini.

Don Tino ricorda anche che la settimana dal 21 al 25 marzo ci saranno gli Esercizi Spirituali nella vita corrente: “Visto che molti fanno fatica a staccarsi per una settimana, proporremo due differenti momento: dalle ore 15:00 alle 17:00 o dalle ore 20:00 alle 22:00, con il noto ed apprezzato Padre Massimo, cappuccino di Lovere”.

L’ultimo appuntamento in calendario, sabato 26 alle ore 15:00, è con il secondo incontro del ciclo “Testimoni di fede, di pace, di libertà e di giustizia”, dedicato ad Oscar Romero e Marianella Garcia Villas, con Anselmo Palini e Luciano Bertoli.

L’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica presenta I concerti della domenica: l’appuntamento del 13 febbraio a Breno

L’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica presenta I concerti della domenica: l’appuntamento del 13 febbraio a Breno

IL CONCERTO DEL 13 FEBBRAIO

Sempre con Savina Zani andiamo alla scoperta dell’ultimo appuntamento della rassegna, previsto per il 13 febbraio, alle ore 20:45, nella chiesa di Sant’Antonio a Breno e dedicato alla figura di Mozart, con inserti teatrali a cura di Centopercento Teatro e di Antonio Panice.

IL CONCERTO DEL 2 GENNAIO

Savina Zani ci presenta il primo evento del 2022 dell’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica, domenica 2 gennaio, alle ore 20:45, nella Pieve di Edolo. L’ingresso è libero, ma è possibile prenotare un posto inviando un messaggio al numero 371 42 18 642. Obbligo di Super Green Pass ed ingresso con mascherina Ffp2.

IL CONCERTO DEL 19 DICEMBRE

Insieme a Savina Zani andiamo alla scoperta del concerto di domenica 19 dicembre, alle ore 20:45, nella chiesa di San Maurizio a Breno. L’ingresso è libero, ma è possibile prenotare un posto inviando un messaggio al numero 371 42 18 642. Obbligo di Super Green Pass.

IL CONCERTO DEL 28 NOVEMBRE

Savina Zani, fondatrice dell’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica, presenta l’appuntamento del 28 novembre 2021, alle ore 20:45, nella chiesa parrocchiale di Darfo: il concerto di Santa Cecilia, patrona dei musicisti e dei cantanti. L’ingresso è libero, ma è possibile prenotare un posto inviando un messaggio al numero 371 42 18 642.

I CONCERTI DELLA DOMENICA, LA PRESENTAZIONE DELLA RASSEGNA

Il 18 agosto scorso l’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica ha compiuto 15 anni. Anche per festeggiare questo importante traguardo, i suoi membri hanno deciso di regalarsi e di regalare una rassegna concertistica composta da cinque appuntamenti, denominata “I concerti della domenica”.

Il primo appuntamento si è già tenuto il 24 ottobre scorso presso la chiesa parrocchiale di Cogno, ma altri quattro sono in calendario, tutti alle ore 20:45 e ad ingresso libero. L’Orchestra -sotto la direzione artistica del Maestro Silvio Maggioni- si esibirà il 28 novembre presso la chiesa parrocchiale di Darfo ed il 19 dicembre presso la chiesa di San Maurizio a Breno. Nel 2022, invece, sono previsti altri due concerti, il 2 gennaio presso la Pieve di Edolo ed il 13 febbraio nella chiesa di Sant’Antonio a Breno.

A questi eventi se ne aggiungeranno altri fuori cartellone, oltre ad un concerto per gli associati, la cui data e luogo deve essere ancora definita. Il Dott. Mario Conti, presidente dell’Orchestra, invita tutti i Soci ad aderire con la quota associativa annuale all’Associazione.

“Sono convinto che investire in arte e cultura”, dice, “sia un investimento in civiltà, come affermava Sant’Agostino. Spero che tutti coloro che credono nell’arte, nella musica, nella cultura, nel cambiamento, nella forza dei talenti musicali che la Valle ha creato, capiscano che solo così potremo continuare a crescere ed a portare serenità e note nel cuore di tutti”.

L’Orchestra “A. Vivaldi” di Vallecamonica, sostenuta al momento della sua fondazione anche dalla Comunità Montana e dal Bim, è composta da professionisti di età compresa tra i 20 ed i 40 anni, diplomati in Conservatorio ed apprezzati nel panorama musicale italiano ed estero.