“La conferma degli 007: Sandrini ostaggio” è il titolo d’apertura del Giornale di Brescia. Si parla del 32enne di Folzano partito un anno fa. Le telefonate alla madre in cui chiede aiuto. Ora le dichiarazioni degli inquirenti, mentre dalla Turchia negano che sia detenuto là.
Bresciaoggi parla di allarme babygang: episodi di violenza che in città si fanno sempre più frequenti (Uno anche ieri sera in piazza Vittoria, come riportano i siti di informazione web, con minorenni protagonisti).
Corriere Brescia ha nel taglio alto le notizie sullo scomparso Sandrini, ma sceglie di aprire con il vescovo “La Brescia che vorrei” è il titolo, che fa riferimento alle aprole pronunciate ieri dal nuovo vescovo di Brescia Tremolada durante la cerimonia di scambio con il sindaco Del Bono dei ceri e delle rose.
Eco di Bergamo: “Scuole materne e asili nido: in arrivo 4,4 milioni di euro” è la cifra che interessa la bergamasca e che fa parte di un finanziamento erogato a livello regionale.

Apertura del Giornale di Brescia dedicata alla ricerca del giornale stesso sulla Qualità della vita. il settimo rapporto mette al primo posto Brescia, al secondo Darfo. Su Bresciaoggi ancora occhi puntati sulla chiatta che è affondata nel lago di Garda finendo sul collettore. Le operazioni di recupero slittano a lunedì, e nel frattempo sono in corso delle indagini per capire di che imbarcazione si tratti e perché sia affondata.

Corriere Brescia si concentra sulla città e sul progetto del giardino verticale al largo Formentone.

Tutti i giornali bresciani tornano sul caso dei bambini lasciati in auto dal padre mentre giocava alle slot e ritrovati dai carabinieri. Nel loro sangue tracce di cocaina, che, a questo punto si presume abbiano trovato proprio sulla vettura. Titoli anche sulle reazioni alla notizia che alcuni dei componenti della banda multietnica dedita allo spaccio in stazione a Brescia sono richiedenti asilo. immediati i commenti del centrodestra bresciano sul sistema d’accoglienza malfunzionante.

L’Eco di Bergamo mette in apertura “Ancora l’ombra dei tagli sui trasporti”, parlando del nuovo criterio di ripartizione dei fondi regionali. Alle agenzie provinciali per la mobilità.
Intervista esclusiva allo scrittore Luis Sepùlveda, a Bergamo per una conferenza.

In primo piano su Giornale di Brescia l’argomento pensioni, in quanto il Governo ha introdotto, con un emendamento, novità sui lavori gravosi, introducendo quattro nuove categorie che saranno esonerate dall’aumento dell’età pensionabile in base all’aspettativa di vita.

Bresciaoggi parla anch’esso di lavoro, ma di pubblica amministrazione e della buona notizia dell’eliminazione del precariato: tutti i precari che hanno maturato tre degli ultimi otto anni nella pa saranno assunti a tempo indeterminato.

Corriere Brescia mette in primo piano lo “scandalo” della tangenziale di Orzivecchi, due chilometri e mezzo messi sotto sequestro per la presenza di rifiuti usati per il fondo della strada. Pare che la situazione si sia sbloccata e che la Provincia abbia deciso di rifare il tratto, che costerà la bellezza di otto milioni di euro, la metà dei quali da utilizzare proprio per rendere inerti le scorie. “Orzivecchi, la tangenziale d’oro” è il titolo. Dell’argomento parla in prima pagina anche Bresciaoggi con il titolo: “Otto milioni per rifare la strada dei veleni”.

Sono i furti a caratterizzare poi i quotidiani locali di oggi. In apertura sull’Eco di Bergamo la nuova spaccata da Fausti, boutique in centro a Bergamo: “Maxi furto incuranti dei passanti”. Sul Corriere Brescia e su Bresciaoggi compare in prima pagina la vicenda di Fausto Leali, derubato nella sua casa di Lesmo anche dei dischi d’oro e dei vari premi ricevuti nel corso della sua lunga carriera. Giornale di Brescia racconta invece un episodio assurdo di cronaca che arriva da Cologne: derubati di entrambe le auto di famiglia, si erano fatti prestare una macchina per le urgenze col risultato che il mattino seguente era stata rubata anche quella.

Grande spazio su Eco di Bergamo alla vittoria 1-5 a Liverpool dell'atalanta. La squadra bergamasca è ora ai sedicesimi di finale di Europa League con un risultato storico. I Beatles sono stati vestiti con le sciarpe nerazzurre, come riporta una fotografia in prima pagina.

Si parla di arte e Google in apertura su Giornale di Brescia. Google farà rivivere in 3D i capolavori e i tesori della Fondazione Brescia Musei. “Bresci d’arte virtuale è capolavoro d’Europa” è il titolo.
Soltanto due righe su questo argomento sulla prima di Bresciaoggi “Brescia si sposa con Google”. Corriere Brescia mette la notizia in centro pagina con la fotografia del capitolium bresciano e il titolo: “I tesori della città in mostra virtuale su Google Arts”.
Apertura di Bresciaoggi dedicata alle seconde case, che, anche nel bresciano, secondo una più ampia stima fatta dal ministero dell’economia, rappresentano un vero e proprio pilastro dell’economia, gravitando attorno ad esse Imu, Tasi e addizionale Irpef. Si sottolinea come le zone turistuiche del garda, ma soprattutto dell’alta Valle. È infatti Ponte di Legno a guidare la classifica, dall’alto dei suoi 26mila euro pro capite di prelievo fiscale stimato.
Corriere Brescia in apertura si concentra sull’urbanistica della città. “Il Pgt di Brescia alla Consulta” il consiglio di stato ha infatti accolto il ricorso del Comune di Brescia che ritiene una prerogativa cancellare i diritti edificatori per tutelare il suolo.
Eco di Bergamo apre con il titolo “Trasporto pubblico maxi alleanza”: nasce infatti la Nuova Trasporti Lombardi, che vede uniti Ferrovie Nord, Atb e Brescia Mobilità.

I dati Istat sulla prima pagina del Giornale di Brescia in apertura, letti in chiave locale. Il titolo è: “Siamo 1427 in meno. Cancellato un paese”. Bresciaoggi apre con la cronaca “Trema la Desenzano bene”. Infatti la Polizia ha intercettato un giro di spaccio di cui si servivano anche e soprattutto professionisti e imprenditori, almeno una ventina i casi segnalati. Eco di Bergamo parla di criminalità, perché Bergamo risulta al decimo posto in Italia per “fatturato del crimine”, ovvero furti commessi nel 2016 in base al valore del bottino.
Corriere Brescia si concentra invece su un’altra indagine, che rileva che il mattone vola in provincia, mentre in città le compravendite sono sotto del 3%.

Diversi anche quest’oggi i contenuti delle prime pagine dei quotidiani locali sono diversi di testata in testata. Giornale di Brescia apre con Bruxelles “Ue, conti in sospeso per l’Italia”, argomento a cui dedica anche l’editoriale.

I vaccini sono un altro tema ancora caldo. La notizia d’apertura di Brescioggi è “Vaccini, comanda lo Stato”, riferendosi alla decisione della consulta di rigettare il ricorso della Regione Veneto sull’obbligo dei vaccini.

Corriere Brescia parla di sport e disabilità, con la storia della Domus salutis di Brescia “In carrozzina, ma sugli sci”. Troviamo accanto la notizia dei risultati di un’indagine di Legambiente sul dissesto dal titolo “Rischio frane, nessun edificio è stato spostato”.

Eco di Bergamo mette la cronaca in primo piano, con la morte di un 47enne di Villongo in Marocco, caduto dalla moto mentre attraversava le dune durante una vacanza.

In centro lo sport, con l’Atalanta che stasera a Liverpool, salvo intoppi, staccherà il pass per i sedicesimi di finale di Europa League. Si tratta d un momento storico per la squadra e migliaia di tifosi sono già volati in Inghilterra per assistere alla partita con l’Everton. “Atalanta, notte storica con 3mila tifosi” è il titolo.

Sulle prime pagine dei quotidiani locali si parla dell'allarme ecomafie, con l'ombra della criminalità organizzata dietro alcuni roghi nelle discariche avvenuti di recente, come quello alla ex Faeco: ne parla il Giornale di Brescia, riportando le dichiarazioni fatte al giornale da Maurizio Martina. La notizia è principale sia per il Bresciaoggi che per l'ìinserto bresciano del Corriere della Sera, mentre il Giornale di Brescia dà maggiore spazio alla cronaca, ed alla notizia secondo cui un operaio di Calcinatello che, nel gennaio scorso, aveva sventato una rapina ad un bancomato ferendo il ladro, dovrà scontare una pena maggiore di quattro mesi rispetto a quella inflitta al ladro stesso.

Per la cronaca locale, all'interno del Giornale di Brescia spazio all'incidente avvenuto ad un 79enne di Capo di Ponte lunedì pomerggio, quando l'uomo è caduto da un'altezza di circa tre metri mentre stava potando un albero nel giardino di casa sua: ora l'uomo è ricoverato in gravi condizioni al Civile di Brescia. Sia il Giornale di Brescia che il Bresciaoggi e l'inserto bresciano del Corriere della Sera si occupano anche delle condanne in primo grado alla banda camuna che ha effettuato numerose truffe ai danni di negozi ed allevamenti di cani, portandosi a casa un bottino di ben 400mila euro.

Il Giornale di Brescia parla anche di viabilità, con l'accordo di programma siglato tra la Provincia ed i Comuni di Paisco Loveno ed Incudine per lavori di adeguamento sulla Strada provinciale 294 e la realizzazione di una rotonda. L'Eco di Bergamo, invece, in prima pagina si occupa della difesa della difesa della 55enne di Valbrembilla accusata di maltrattementi ai danni di due persone affette da sindrome di down in un'abitazione protetta, ma anche del numero di richieste effettuate in Provincia per ottenere un posto da bidello.

Infine, spazio anche allo sport, sia sul Giornale di Brescia, che sul Bresciaoggi che sull'inserto bresciano del Corriere della Sera, con la nona vittoria consecutiva della Germani Brescia contro il Cantù, che permette alla squadra di restare in cima alla classifica.

Sia il Giornale di Brescia che il Bresciaoggi mettono in prima pagina la notizia degli scarsi margini per la manovra e le richieste dei vari partiti, con l'annuncio di agevolazione per i 'caregiver', ovvero coloro che si occupano di persone che non sono autosufficienti. La cronaca locale, invece, si trova all'interno dei giornali: entrambi, infatti, si occupano della notizia per cui Stefano Gelmi, sindaco di Malonno, sarebbe indagato per corruzione e turbativa d'asta. Secondo alcune indiscrezioni, il primo cittadino potrebbe anche essere vicino alle dimissioni. Di questa notizia si parla anche nell'inserto bresciano del Corriere della Sera, dove trova spazio anche la notizia, che non si trova sugli altri giornali, della chiusura delle indagini dell'incidente della Malegno-Borno del 29 luglio scorso, in cui perse la vita Mauro Firmo, commissarion di gara.

All'interno del Giornale di Brescia, inoltre, spazio anche all'incontro che si è tenuto ieri tra la Regione Lombardia ed i Comuni sul lago d'Iseo, che ha confermato l'accordo per cui la Regione finanzierà con 10 milioni di euro i progetti di valorizzazione turistica, con l'annuncio di voler, prima di finanziarli, analizzare i progetti. Su Bresciaoggi, invece, si parla della classifica della qualità della vita redatta da 'Il Sole 24 Ore', che vede Brescia in calo di una posizione, al 46esimo posto. L'Eco di Bergamo, invece, si occupa di spreco di cibo, evidenziando come nel bergamasco siano buttati via ogni anno 145 chili di cibo.

Si parla anche dell'inaugurazione dell'anno accademico a Brescia, sia sul Giornale di Brescia, che sul Bresciaoggi che nell'inserto bresciano del Corriere della Sera, così come di calcio, e della sconfitta del Brescia a Cesena, che riporta la squadra in crisi, in fondo alla classifica. L'Eco di Bergamo, invece, festeggia la vittoria dell'Atalanta sul Benevento e la vicinanza alle qualificazioni per l'Europa League dell'anno prossimo.

Diversi i contenuti delle prime pagine locali di oggi. Su Giornale di Brescia apertura dedicata alle pensioni “Pensioni, la Cgil rompe la tregua”. Susanna Camusso ha espresso giudizio negativo sulla proposta Gentiloni e ha indetto una mobilitazione generale per il 2 dicembre.

Bresciaoggi apre con un argomento di carattere locale: la siccità. “Garda e Sebino mai così bassi” è il titolo, in cui si esprime preoccupazione soprattutto per le sorti del Benaco.
eco di Bergamo apre con la sanità e l’annuncio fatto dall’assessore Gallera, che ha esso a disposizione dei fondi per far fronte, nel periodo dei picchi influenzali e della maggiore affluenza ai pronto soccorso, di più posti letto negli ospedali.

Si parla di profughi invece sul Corriere Brescia: “Asilo, il 25% dei paesi fuorilegge”. Il riferimento è all’inziale tetto massimo di 2,5 profughi ospitati ogni mille abitanti, proporzione che in molti casi non viene rispettata (per eccesso). Il caso limite è quello di Anfo, che conta 490 abitanti e 66 richiedenti asilo.

Nel taglio alto del Corriere lo smog, altro grosso problema causato dall’assenza di piogge. anche a Brescia sarebbe tornato oltre i limiti, ma si guarda con fiducia alle perturbazioni in arrivo nel fine settimana prima di indire blocchi del traffico.

Tornando sulla prima del GdB, troviamo un’inchiesta sulla sicurezza dei commercianti e dell’invio da Bruxelles di una commissione per l’emergenza aviaria nella Bassa. Bresciaoggi si occupa invece di cibo e di tradizione con un’analisi dei nuovi cibi che stanno prendendo piede nelle cucine degli chef, tra cui gli insetti. Il titolo provocatorio è : “Insetti nel piatto, spiedo bandito”, secondo i bresciani un vero paradosso.

Giornale di Brescia e Bresciaoggi si concentrano in apertura sul Rapporto Censis. “Italia, la ripresa c’è, ma crescono rabbia e povertà assoluta”. Bresciaoggi titola: “Italia, un paese di rancorosi”.

Lettura in chiave locale del problema delle fake news sul GdB: “Le bufale che hanno ferito Brescia”. Si analizza la pericolosità delle notizie false e la loro facilità di propagazione sul web.

Bresciaoggi fa la stessa operazione di leggere in chiave locale un argomento di carattere generale, in questo caso la giornata mondiale contro l’Aids celebrata ieri. “Nel bresciano oltre 4mila malati - Io sieropositivo vi dico: non sottovalutate l’Aids”.

Corriere Brescia apre con la questione tra Brescia Musei e Diocesi. Il Polittico Averoldi conservato nella chiesa dei Santi Nazaro e Celso non si può spostare “Tiziano in mostra, no della Curia” è il titolo. La diocesi si è appellata al decreto ministeriale: troppo rischioso spostare le opere. Dall’altra Brescia Musei ha escluso di inserire un tour nella chiesa nel percorso della mostra, che aprirà il 21 marzo.

C’è solo cronaca da Bergamo e provincia sulla prima pagina dell’Eco di Bergamo di oggi. La notizia principale riguarda un ultraleggero schiantatosi sul monte Alpen. Gravi ma non in pericolo di vita il pilota e il passeggero, entrambi di Vertova.

Nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne troviamo approfondimenti anche sulle testate locali. Giornale di Brescia mette in prima pagina la foto di quello che è diventato il simbolo della lotta, le scarpe rosse, e titola: “ogni mese violenze su 50 donne”. Sono i numeri forniti dalla Casa delle Donne di Brescia.

Bresciaoggi dedica alla giornata un trafiletto in prima pagina “Donne e violenza. La testimonianza: «Temevo di morire. Ora lui pagherà»”, che rimanda al racconto della storia vera di una donna che è riuscita a denunciare il suo compagno dopo che l’aveva ridotta in fin di vita.

Donne e sport per l’Eco di Bergamo, perché la squadra femminile di pallavolo Foppa ha fatto un calendario con le fotografie delle atlete dal titolo “Ferma la violenza”.

Giornale di Brescia apre con le notizie che riguardano i Comuni bresciani alle prese con la nuova legge elettorale: “Collegi elettorali, ecco come si voterà a Brescia e provincia”. La mappa per eleggere i parlamentari nelle pagine interne, in cui si apprende che i paesi della Vallecamonica sono sotto al collegio di Lumezzane con quelli della Valtrompia.

Brescioggi apre con Londra e l’Egitto, un falso allarme terrorismo da una parte e una strage da 230 vittime dall’altra “Psicosi da Isis, panico a Londra” il titolo. Appena sotto la denuncia di un padre di famiglia di Capriolo, che viene ritratto in prima pagina col volto tumefatto e un braccio fasciato: “Picchiato dai ladri entrati in casa mia”.

Ancora il furto da Fausti sull’Eco di Bergamo, perché l’auto usata per la spaccata con la quale i malviventi hanno portato via borse e accessori firmati è stata ritrovata ieri sempre in città. Indagini serrate per risalire agli autori, mentre la titolare della boutique dichiara all’Eco: “Indago online per riavere la mia merce”.

Su Corriere Brescia una storia di degrado: “lui scommette, lei si prostituisce. I due bimbi abbandonati in auto”. È l’agghiacciante vicenda raccontata dai carabinieri di Verolanuova, che hanno soccorso i due piccoli, di due anni e di pochi mesi, che ora verranno dati in adozione a una nuova famiglia.

Ampio spazio, sulle prime pagine dei quotidiani locali, viene dato a quella che è stata definita la 'beffa' a danno di Milano nell'assegnazione per la nuova sede dell'Ema, l'Agenzia europea del farmaco, che deve lasciare Londra dopo la Brexit. Dopo tre voti a pari merito con Amsterdam, infatti, si è proceduto al sorteggio, a cui Milano ha perso.

La cronaca locale, all'interno del Giornale di Brescia, parla invece delle condizioni di Andrea Pittali, il motociclista 53enne di Vezza d'Oglio colto da malore mentre si allenava sul campo cross di Sonico ed ora in prognosi riservata. All'interno del Bresciaoggi, invece, spazio alle condizioni stabili di Ercole Bonfadini, il 72enne travolto domenica da un'auto pirata, ed alla situazione che vede quattro ex operaie della Nk di Nadro di Ceto protestare davanti all'azienda, in cerca di risposte dagli enti.

In prima pagina sul Giornale di Brescia e sull'inserto bresciano del Corriere della Sera spazio anche alla decisione di sei Comuni, tra cui Marone e Piancogno, di revocare l'ordinanza 'anti-profughi' considerata illegittima da Annunziato Vardè, Prefetto di Brescia. Il Bresciaoggi, invece, annuncia che sono arrivati i fondi per la sistemazione della strada del Gaver, ma quando ormai le piste sono chiuse e si deve vendere l'impainto. L'Eco d Bergamo racconta dell'inaugurazione dell'anno accademico, mentre l'inserto bresciano del Corriere della Sera si occupa della notizia ripresa anche dai quotidiani nazionali, della pasticceria per cani che ha aperto in città.

Infine, per lo sport, Giornale di Brescia (oltre alle dimissioni di Tavecchio), Bresciaoggi e l'inserto bresciano del Corriere della Sera si occupano anche della strigliata fatta da Massimo Cellino, Presidente del Brescia, alla squadra che non gli sta dando i risultati che sperava.

Vai all'inizio della pagina